pastinaca benefici salute
Foto di PublicDomainPictures da Pixabay

La pastinaca (Pastinaca sativa) è una pianta erbacea biennale appartenente alla famiglia delle Apiaceae, la stessa famiglia di carote, sedano e prezzemolo. Originaria dell’Europa e dell’Asia, la pastinaca è coltivata principalmente per la sua radice commestibile, che ricorda una carota bianca o gialla, ma con un sapore distintamente dolce e terroso. La pianta produce foglie pennate e fiori gialli disposti in ombrelle. È stata utilizzata per anni in cucina e in medicina, guadagnandosi anche il nome zardak nella medicina persiana. E’ ricca di nutrienti e contiene molti antiossidanti che supportano la funzione immunitaria, la salute dell’apparato digerente e la dieta.

È particolarmente ricca di vitamine del gruppo B, vitamina C, vitamina E e vitamina K. Inoltre, contiene una buona quantità di fibre alimentari, potassio, manganese e magnesio. Questo profilo nutrizionale la rende un alimento altamente nutriente, ideale per integrare una dieta equilibrata e sana. Inoltre è una potente fonte di antiossidanti e quindi il loro consumo contribuisce a contrastare l’azione dei radicali liberi dannosi nel corpo. Lo stress ossidativo, causato dai radicali liberi, favorisce processi patologici cronici e acuti nelle malattie respiratorie, cardiovascolari, renali e biliari e nelle malattie neuro degenerative.

 

Pastinaca, quali sono i benefici di questa pianta per la nostra salute?

Grazie al suo alto contenuto di vitamina C, la pastinaca contribuisce a rafforzare il sistema immunitario. La vitamina C è un potente antiossidante che aiuta a proteggere le cellule dai danni dei radicali liberi e a stimolare la produzione di globuli bianchi, essenziali per combattere le infezioni. Le fibre alimentari presenti nella pastinaca favoriscono una digestione sana. Le fibre solubili aiutano a regolare il transito intestinale, prevenendo la stitichezza e promuovendo la salute del colon. Inoltre, le fibre possono aiutare a mantenere il controllo dei livelli di zucchero nel sangue, contribuendo a una migliore gestione del diabete.

Il potassio contenuto nella pastinaca è fondamentale per la salute del cuore. Questo minerale aiuta a regolare la pressione sanguigna bilanciando l’effetto del sodio e favorendo la dilatazione dei vasi sanguigni. Inoltre, le fibre solubili contribuiscono a ridurre i livelli di colesterolo cattivo (LDL) nel sangue, diminuendo il rischio di malattie cardiovascolari. La pastinaca contiene diversi antiossidanti, tra cui la vitamina C e la vitamina E, che possono aiutare a prevenire lo sviluppo di alcune forme di cancro. Gli antiossidanti proteggono le cellule dai danni ossidativi che possono causare mutazioni e proliferazione cellulare incontrollata.

La pastinaca è un ingrediente versatile in cucina. Può essere consumata cruda, grattugiata in insalate, oppure cotta in vari modi, come arrosto, al vapore, in purea o in zuppe. Il suo sapore dolce si abbina bene con molte altre verdure e proteine, rendendola una scelta eccellente per piatti sia dolci che salati. Coltivare la pastinaca è relativamente semplice. Preferisce climi temperati e suoli ben drenati e ricchi di sostanza organica. La semina avviene in primavera, con una raccolta che può avvenire in autunno o inizio inverno, dopo la prima gelata, che tende ad addolcire ulteriormente il sapore della radice.

Con le sue proprietà antiossidanti, supporto al sistema immunitario, promozione della salute digestiva e cardiovascolare, la pastinaca si presenta come una radice versatile e salutare. La sua coltivazione relativamente semplice la rende accessibile anche per chi desidera coltivare ortaggi nel proprio orto. Incorporare la pastinaca nella  dieta non solo aggiunge varietà e sapore ai nostri piatti, ma fornisce anche un contributo significativo al benessere generale del corpo.

Foto di PublicDomainPictures da Pixabay