spray-covid

I ricercatori australiani di un’azienda biotecnologica hanno sviluppato uno spray nasale in grado di trattare i pazienti con il coronavirus. Ciò è dimostrato dai risultati di uno studio effettuato sui furetti.

I risultati preliminari di uno studio clinico indicano che “lo spray ha ridotto la presenza di coronavirus fino al 96% nei furetti” che erano stati esposti al SARS-CoV-2. L’azienda biotecnologia australiana Ena Respiratory ha sviluppato una molecola sintetica chiamata “INNA-051“. Questo farmaco è stato progettato per rafforzare il sistema immunitario contro l’influenza e il raffreddore invernale, ma ha dimostrato di essere efficace nel trattamento del Covid-19.

Il composto INNA-051 agisce stimolando il sistema immunitario innato, la prima linea di difesa contro gli agenti patogeni invasori nel corpo. Stimolando la risposta immunitaria in questo modo con INNA-051 prima dell’infezione, la capacità del virus COVID-19 nell’infettare gli animali e nel replicarsi è stato significativamente ridotto. Lo studio fornisce la prova che INNA-051 può essere utilizzato come metodo autonomo di terapia antivirale preventiva, complementare alla programmi di vaccinazione“, spiegano i ricercatori.

In un momento in cui i laboratori stanno lavorando duramente per sviluppare un vaccino anti-Covid, questo farmaco può essere utilizzato per curare il coronavirus o addirittura prevenire l’infezione. I pazienti “rischiano davvero di eliminarlo rapidamente grazie al nostro trattamento, o almeno di avere solo sintomi moderati della malattia di Covid-19“, assicura Christophe Demaison, direttore generale e fondatore di Ena Respiratory.