aceto

Di origini antichissime (300 a.C.), l’aceto, oltre ad essere indubbiamente un condimento prezioso per i nostri cibi, si rivela anche un alleato benefico per la salute perché aiuta a combattere una serie innumerevole di disturbi, in maniera naturale ed efficace.

Il suo uso più comune è in cucina che grazie al suo gusto deciso e acido allieta i nostri piatti in cucina, ma le sue proprietà vanno al di là dell’ambito culinario. Scopriamo insieme i suoi benefici per il nostro organismo.

 

Cosa succede se immergiamo i piedi nell’aceto?

Una delle sue proprietà forse meno conosciute è quella di immergere i piedi nell’aceto per trovare giovamento per diversi disturbi del nostro organismo. Specialmente d’estate con il caldo e le lunghe passeggiate, i nostri piedi hanno bisogno di respirare e non solo. Basterà semplicemente scaldare un paio di litri d’acqua con un bicchiere di aceto e qualche goccia di lavanda e fare un pediluvio e risolvere:

  • Eliminare funghi e batteri
  • Proteggere i piedi con la creazione di una barriera antibatterica.
  • Migliorare la congestione nasale
  • Eliminare le unghie gialle
  • Allontanare i crampi notturni che attaccano i piedi per la stanchezza
  • Eliminare i cattivi odori tipici di una giornata a piedi

aceto

Proprietà dell’aceto sulla pelle

L’aceto, qualunque esso sia, elimina gli accumuli di grassi nel corpo, anche perché è un diuretico naturale. Inoltre viene anche molto usato nei trattamenti estetici, come ad esempio impacchi e maschere, per le sue proprietà esfolianti e rigeneranti. Il suo effetto astringente chiude i pori dilatati e leviga l’epidermide.

Contiene numerosi componenti bio-attivi che ne fanno un antiossidante naturale, capace di contrastare l’invecchiamento cellulare e dunque tutte quelle malattie che da questo derivano, come il cancro. Ha una notevole proprietà battericida, che previene i disturbi gastro intestinali, basta bere un paio di bicchieri al giorno di aceto di mele mischiato all’acqua per risolvere velocemente il problema.

aceto

Le sue proprietà antifiammatorie

L’aceto è un antinfiammatorio capace di combattere il mal di gola, tramite dei gargarismi effettuati insieme all’acqua. Se invece si tamponano le punture di insetti con del cotone imbevuto in aceto di mele, si allevia il bruciore dei ponfi. Se ci si cosparge la pelle con l’aceto di vino bianco si allontanano le zanzare.

Aiuta a stimolare la produzione di insulina nelle persone affette da diabete di tipo 2, basta assumerne due cucchiaini prima di coricarsi. Anche i glicemici ne beneficiano perché l’aceto abbassa la glicemia nel sangue.

Conserva bene gli alimenti, proprio perché è un potente antibatterico che evita la decomposizione dei cibi, causata dalla proliferazione dei microorganismi.
L’acido acetico contenuto nell’aceto tiene a bada la pressione alta, basta utilizzarlo regolarmente per condire i cibi.

Se facciamo bollire 100 grammi di foglie di ortica in mezzo litro di acqua in cui avremo versato mezzo litro di aceto di mele, avremo un ottimo rimedio per combattere la forfora. L’infusione, una volta raffreddatasi, va massaggiata sul cuoio capelluto per un quarto d’ora. Quindi che dire cerchiamo di usare questo alimento molto di più, non solo in cucina.