erbe-medicinali-cervello
Photo by Lisa Hobbs on Unsplash

Avere una dieta equilibrata ed eseguire esercizi mentali sono alcuni dei modi che le persone possono utilizzare per prevenire il declino cognitivo. Sono necessarie visite mediche periodiche per verificare che tutto sia a posto o per ricevere una diagnosi in tempo. Allo stesso modo, ci sono alcune piante che, grazie alle loro proprietà, possono aiutare a migliorare la memoria e la funzione cognitiva. Grazie al loro apporto di antiossidanti, le piante medicinali possono essere di grande aiuto nel combattere il deterioramento cognitivo e favorire le connessioni cerebrali.

Vediamo quali sono e come preparare i loro infusi.

 

Rosmarino

Gli oli naturali di questa pianta aiutano a migliorare le prestazioni mentali e a diminuire il rischio di declino cognitivo.

Come sfruttare le sue proprietà?

E’ possibile preparare un infuso con foglie essiccate. O aggiungerlo come condimento nella preparazione dei pasti. E, infine, farne aromaterapia.

 

Ginseng

Questa pianta aiuta a migliorare il trasporto di ossigeno e sostanze nutritive al cervello.

Come consumarlo?

1 cucchiaino di ginseng (5 g) e 1 bicchiere d’acqua (200 ml).
Procedura: scaldare l’acqua; quando raggiunge il punto di ebollizione, aggiungere il ginseng. Far bollire per dieci minuti. Fate raffreddare leggermente e consumate. Dovrebbe essere preso due volte al giorno.

 

Salvia

La salvia è una pianta che ha un alto contenuto di sostanze antiossidanti che contribuiscono alla protezione delle cellule cerebrali.

Come consumarlo?

1 cucchiaino di salvia (5 g) e 1 tazza d’acqua (250 ml).
Preparazione: scaldare l’acqua. Quando raggiunge il punto di ebollizione, aggiungere la salvia. Far bollire per dieci minuti.
Servire e consumare. Bere due o tre tazze a settimana.

 

Ortica

Le proprietà dell’ortica contribuiscono positivamente alle prestazioni mentali e prevengono il declino cognitivo.

Come consumarla?

1 cucchiaio di ortica (10 g) e 1 tazza d’acqua (250 ml).
Preparazione: scaldare l’acqua insieme all’ortica. Far bollire per dieci minuti.
Servire e consumare. Dovrebbe essere preso almeno tre volte a settimana o tutti i giorni.

 

Tè verde

Questo tè si caratterizza per i suoi benefici per ridurre lo stress. Infatti, riduce lo stress mentale, la progressiva perdita di memoria e migliora la concentrazione e le prestazioni.

Come consumarlo?

1 cucchiaio di tè verde (10 g) e 1 tazza d’acqua (250 ml).
Preparazione: scaldare l’acqua. Quando raggiunge il punto di ebollizione, aggiungere il tè verde. Servire e consumare. Si consiglia di consumare questa bevanda una volta al giorno.

 

Prevenzione

Non ci sono formule o esercizi che prevengano completamente la perdita di memoria. Tuttavia, queste possono essre alcune raccomandazioni per la sua prevenzione.

1. Attività mentale: è importante mantenere la mente in forma, come si fa anche con il corpo. Prendere strade diverse per andare in un luogo, imparare a suonare uno strumento musicale o uno sport sono alcuni suggerimenti.

2. Relazioni sociali: un buon modo alternativo per farlo è stabilire dei legami. Sfruttare gli spazi in cui parlare e interagire aiuta a ridurre la depressione e lo stress, due fattori che possono contribuire alla perdita di memoria.

3. Organizzazione: il disordine contribuisce a dimenticare le cose. Quando la casa, la stanza e altri spazi sono disordinati, c’è una maggiore possibilità di non ricordare dove sono stati posizionati gli oggetti. Una soluzione è annotare questioni in sospeso, compiti, impegni, la lista della spesa o utilizzare un’agenda elettronica. Dovrebbe essere assegnato un posto esclusivo per le cose di cui si ha più bisogno quotidianamente, come le chiavi, l’ombrello e il portafoglio.

4. Riposo: il sonno è importante per il benessere del corpo e anche per la memoria. Il sonno aiuta a consolidare i ricordi. Inoltre, aiuta il corpo a essere fresco, concentrato ed energizzato.

5. Alimentazione: una dieta equilibrata è fondamentale per il benessere generale dell’organismo. È importante mangiare frutta, verdura, proteine ​​a basso contenuto di grassi e bere almeno otto bicchieri d’acqua al giorno per rimanere idratati. Si raccomanda di limitare il consumo di alcol, perché può causare confusione e perdita di memoria.

6. Attività fisica: l’esercizio aumenta la pressione sanguigna in tutto il corpo, compreso il cervello. Questo può aiutare a mantenere una memoria attenta e vigile.

7. Trattamento delle malattie: è importante prestare attenzione allo stato di salute. Se si ha qualsiasi condizione medica come diabete, colesterolo alto, pressione alta o altre malattie, si dovrebbe consultare il tuo medico e seguire le sue istruzioni. I farmaci, in alcuni casi, possono causare impatti sulla memoria.