caffè-personalità

Le abitudini di consumo del caffè delle persone sono influenzate da una parte genetica, ma anche dall’ambiente che ci circonda. Lo ha concluso un recente studio. Bere caffè è un’abitudine comune nella nostra società, sia per il gusto puro sia per l’effetto attivo della caffeina. Uno scienziato ha usato le statistiche per capire come la genetica e l’ambiente interagiscono e modellano il consumo di caffè.

Questo fenomeno è anche correlato ai livelli di colesterolo e al peso corporeo e ha un’influenza su alcune caratteristiche fisiologiche e comportamentali umane. “Sembra che i fattori ambientali stabiliscano le basi su cui i geni iniziano a influenzare. Quindi, se il tuo ambiente ti predispone a bere più caffè, i tuoi colleghi o il tuo coniuge bevono molto o vivi in ​​un’area in ce ne fa un uso maggiore – i geni che hai e che ti predispongono al piacere del caffè avranno un impatto maggiore. Questi due effetti sono sinergici“, ha spiegato Paul Williams, l’autore dello studio pubblicato a gennaio sulla rivista scientifica Behavior Genetics.

 

Lo studio

I partecipanti allo studio hanno dettagliato le informazioni relative alla loro dieta, alle routine di allenamento, ai farmaci e alla storia medica. Williams ha usato un metodo di analisi statistica per vedere quanta parte dell’abitudine al consumo di caffè è chiarita dalla genetica e da fattori esterni.

L’analisi ha mostrato che tra il 36% e il 58% del consumo di caffè è determinato dalla nostra genetica. “Quando abbiamo iniziato a decodificare il genoma umano, abbiamo pensato di poter leggere il DNA e capire come i geni si traducono in comportamento , condizioni mediche e altre cose. Ma non è così che funziona“, ha detto Williams. “Per molti tratti, come bere il caffè, sappiamo che hanno una forte componente genetica“.

Questo studio mostra che i nostri geni possono influenzare la nostra personalità, sia nelle nostre abitudini di consumo del caffè che in altri aspetti della nostra vita.