notte-bagno
Photo by Lux Graves on Unsplash

Il momento di andare a letto dovrebbe essere ricco di momenti rilassanti per aiutarci a prepararci ed energizzarci per il giorno successivo. Tuttavia, il nostro riposo notturno può essere improvvisamente interrotto da un forte bisogno di urinare.

Probabilmente è successo a tutti noi solo una volta. Andiamo nel mondo dei sogni solo per svegliarci nel cuore della notte con un’irrefrenabile voglia di andare in bagno. Se accade solo una volta o occasionalmente, potrebbe essere semplicemente stata qualche alterazione nella routine o l’aver bevuto troppo prima di andare a dormire. Ma se la situazione diventa una routine che non permette di dormire tranquillamente, siamo già di fronte a un problema diverso.

 

‘Nicturia’, la condizione che ci fa desiderare di urinare di più di notte

La condizione correlata alla voglia di urinare nel cuore della notte è nota come “nicturia”. Quando il corpo è in equilibrio, l’ormone della vasopressina viene rilasciato durante la notte per impedirci di generare così tanta urina. Tuttavia, questo equilibrio può essere interrotto ed è qui che questa fastidiosa condizione si palesa. E, secondo gli esperti, tende a diventare più comune con l’avanzare dell’età e, in particolare, le donne in postmenopausa hanno maggiori probabilità di svilupparlo.

La nicturnia, quando si manifesta, ci costringe ad alzarci almeno due volte a notte per urinare. Per questo motivo, interrompe costantemente il nostro ciclo del sonno e ci impedisce di riposare completamente. Se la persona è insonne o è sveglia prima che l’impulso abbia la meglio, potrebbe sviluppare un altro disturbo della vescica. Questo perché, per essere presente, deve sempre accadere quando la persona sta dormendo.

 

Cosa può aumentare la nostra voglia di andar in bagno di notte?

Come abbiamo già detto, a volte fattori come l’età e il sesso possono influenzare l’aspetto della nicturia. Tuttavia, sono tutt’altro che gli unici fattori rilevanti. Infatti, è noto ad esempio che gli uomini con condizioni come l’iperplasia prostatica benigna (IPB) sono solitamente più inclini alla notte alle capatine al bagno. Inoltre, se la persona di solito assume diuretici per controllare la propria ipertensione, è probabile che il suo bisogno di urinare aumenti.

Come se non bastasse, è noto che le persone che soffrono di cuore, diabete o le donne incinte diventano anche più vulnerabili. Allo stesso modo, anche coloro che semplicemente cenano molto tardi o bevono liquidi poco prima di andare a dormire possono incorrere in problemi simili.

 

Cosa possiamo fare per evitare la voglia di urinare nel cuore della notte?

Se la persona non ha condizioni sottostanti (come quelle sopra menzionate) risolvere la nicturia è facile. In effetti, tutto quel che è necessario fare sarebbe applicare cambiamenti nei modelli di comportamento dell’individuo, magari smettendo di consumare cibi o bevande che aumentano la voglia di urinare durante la notte.

Se invece c’è qualche altra condizione, un medico specialista deve analizzare il caso della persona e che tipo di farmaci consuma. In questo modo, è possibile progettare un piano personalizzato per attaccare il problema senza interferire con altri trattamenti.