gatto-scatola
Image by Charles Betito from Pixabay

 

Come sa ogni convivente di gatti, i felini sono amanti indiscutibili delle scatole, indipendentemente dalle dimensioni, dalla forma o dal colore. Ora, un nuovo studio ci ha spiegato che l’amore dei gatti per le scatole si estende a quelle immaginarie. Sì, in quanto tali, i gatti sembrano prediligere anche “scatole immaginarie” che esistono solo in due dimensioni. Questo fenomeno è noto dal 2017, quando i social media si sono scatenati con foto di felini letteralmente aderenti a forme del tutto inconsuete.

A quanto pare, solo il contorno a forma di scatola è sufficiente per attirare l’attenzione dei gatti. Ma, esattamente, perché? Le risposte a questa domanda arrivano quando analizziamo i risultati di una recente ricerca pubblicata su Applied Animal Behaviour Science (AAPS).

 

Comprensione visiva dei gatti e del loro amore per le scatole immaginarie

Gabriella Smith, etologa cognitiva presso la City University di New York, ha condotto lo studio. Questo, in un modo scherzoso, è stato soprannominato “If I fits, I sits” (Se ci sto, mi siedo). Lo studio è diventato il primo del suo genere a studiare il comportamento del gatto domestico nel suo ambiente naturale, cioè nella sua casa. Fondamentalmente, l’esperimento consisteva nell’offrire tre opzioni ai gatti per determinare se preferivano o meno scatole immaginarie.

Per prima cosa, occorreva creare un quadrato di nastro adesivo sul pavimento. Secondo, formare la sagoma di un quadrato sul pavimento. Infine, i componenti (quattro elementi a forma di “Pacman”) dovevano essere incasinati in modo che non dessero più l’illusione di essere un quadrato.

 

Con questo sistema, si è cercato di capire come funzionasse la comprensione visiva dei felini e quanto fosse avanzata. Grazie ad esso, si è stabilito che questi non solo erano in grado di identificare contorni espliciti, ma anche di rendere le associazioni mentali necessarie per identificare sagome incomplete.

 

Perché i gatti preferiscono sedersi in scatole immaginarie?

Dei 500 felini che sono stati arruolati nello studio, solo 30 avevano proprietari che sono stati in grado di completare i passaggi dello studio. Con i risultati finali di questo campione relativamente piccolo, è stato possibile notare che i felini preferivano sia la scatola Kanizsa (le sagome immaginarie) che quella realizzata con nastro adesivo, rispetto al modello di controllo.

In altre parole, i gatti riuscivano ad identificare la figura simile a una scatola e preferivano sedersi su di essa anzichè in qualsiasi altro posto sul pavimento. Perché?

Altre ricerche hanno cercato di spiegare l’amore dei gatti per le scatole. Tra le ragioni che sono state espresse, si è parlato di come queste possano offrire comfort e sicurezza. Un dettaglio che, a quanto pare, potrebbero anche soggiacere nelle loro apparenti coppie bidimensionali.

Ora, è chiaro che un quadrato disegnato sul pavimento non offra realmente lo stesso riparo o protezione di una scatola. Allora, qual è il motivo per cui i gatti preferiscono questa figura?

Secondo Smith, ciò potrebbe essere dovuto alla sua visione e capacità di comprendere spazialmente. Non è un segreto per nessuno che i gatti siano animali abili e molto agili. Di conseguenza, l’idea che le linee sul pavimento possano ingannarci o essere del tutto irrilevanti potrebbe sembrare incongrua. Ma in realtà non lo è. “La sua visione è costruita per la distanza e la velocità, riuscendo a vedere un topo che corre sul campo. Da vicino sono praticamente ciechi non riuscendo a vedere da 8 a 12 pollici dal loro muso“, ha spiegato Smith a Treehugger.