youtube-covid-19

L’ondata di false teorie che collegano la pandemia da COVID-19 al 5G ha portato a una serie di incidenti, tra cui minacce ai dipendenti degli operatori e attacchi alle antenne di telecomunicazione. YouTube ora sta reprimendo la diffusione di questo tipo di disinformazione.

YouTube ha annunciato che rimuoverà i video che tentano di supportare qualsiasi collegamento tra Covid-19 e il 5G, in violazione delle recenti politiche che vietano ai video di promuovere “metodi non comprovati” per prevenire le infezioni da coronavirus. Ma la piattaforma sta ancora rimuovendo questi video.

La piattaforma video sta sopprimendo i “contenuti dubbi“, dunque, ovvero quelli che possono fuorviare le persone, come le teorie cospirative sul 5G e il suo (im)possibile legame con il virus. Ciò include la riduzione dei consigli per questi video, la loro rimozione dai risultati di ricerca e il blocco della loro monetizzazione con gli annunci.

Queste misure arrivano dopo che un rapporto pubblicato dal Guardian che ha rivelato i contatti tra il Segretario alla Cultura britannico Oliver Dowden e i responsabili di Facebook, Twitter e YouTube nel tentativo di rimuovere il materiale cospirativo.

La decisione di YouTube può aiutare a prevenire ulteriori attacchi come quelli nelle città di Birmingham e Liverpool, dove i cospirazionisti hanno dato fuoco alle torri di telecomunicazioni 5G, la cosiddetta “Internet mobile di quinta generazione“.

Tuttavia, la decisione solleva anche preoccupazioni per l’applicazione incoerente delle politiche di YouTube, che vietano alcuni video, pur consentendo a altri tipi di informazioni similmente false.

Non ci sono prove a sostegno delle teorie della cospirazione sul legame tra 5G e Covid-19, che indicherebbero tale tecnologia come responsabile del nuovo Coronavirus – apparentemente perché Wuhan, la fonte della pandemia, è stata una delle prime province cinesi ad avere accesso al 5G.

L’approccio di YouTube può aiutare a risolvere la situazione immediata, ma non risolve i problemi a lungo termine con le cospirazioni anti-5G che incoraggiano la violenza. In un periodo in cui il problema più urgente in una situazione di pandemia e quarantena, quando è importante assicurare la capacità delle reti globali di telecomunicazione.