gatto-pikachuQuesta è la prova che l’amore di un proprietario di gatti non conosce limiti. Come tributo alla sua morte, Steve Munt, proprietario di un gatto di nome Pikachu, invierà le ceneri del suo felino nello spazio.

Pikachu è morto a gennaio dopo aver combattuto una lotta contro il diabete. OraSteve Munt intende inviare nello spazio le ceneri del suo gatto con l’aiuto di Celestis Pets, un servizio che viene svolto anche per gli umani.

Con un biglietto da 5.000 dollari già acquistato, il gatto, che prende il nome dal famoso personaggio dei cartoni animati ” Pokémon”, potrebbe diventare il primo gatto al mondo ad essere inviato nello spazio – o, almeno, le sue ceneri.

 

Un commiato di tutto rispetto

Pikachu avrà un estremo addio come nessun gatto ha mai avuto prima“, ha scritto Steve Munt sulla pagina GoFundMe, che ha creato per raccogliere fondi per il tributo Pikachu. Le ceneri del gatto saranno spedite entro i prossimi 18 mesi.

Con quasi 2.000 dollari raccolti finora, Steve Munt è stato in grado di coprire le spese del viaggio, che ha eseguito in anticipo. “Pikachu è entrato nelle nostre vite quando avevamo più bisogno di lui e lo abbiamo riempito d’amore“, ha scritto il proprietario, ricordando il soriano in giallo.

Questa non è la prima volta che Celestis Pets, la società responsabile del lancio dell’animale, completa questa impresa. I resti cremati di due cani – Apollo e Laika – sono già stati mandati in orbita, dove la compagnia dice che le ceneri rimarranno fino a che non saranno vaporizzate non appena entreranno di nuovo nell’atmosfera.

Volevo che Pikachu fosse il primo“, ha detto Munt, citato da ScienceAlert . “Voglio continuare la sua eredità come esploratore e mostrare al mondo che un gatto è dignitoso come un cane di un tributo spaziale“, ha aggiunto.

Complessivamente, quasi 80 persone hanno contribuito alla causa. “Insieme, possiamo renderlo orgoglioso. Lui era il migliore. Ti ammireremo sempre e ti terremo per sempre nei nostri cuori“, si legge sulla pagina di GoFundMe.