mal-di-testa-sesso
Foto di We-Vibe Toys su Unsplash

Per alcuni il rapporto sessuale può essere un modo per cercare sollievo dal mal di testa, per altri una scusa per evitare di farlo, ma per un gruppo di persone può esserne l’origine. Si tratterebbe di un effetto collaterale che in realtà non va ignorato in quanto potrebbe essere potenzialmente pericoloso. Cefalea primaria associata all’attività sessuale ha un acronimo, PHASA, e può manifestarsi con attacchi molti corti, ma violenti o molto lunghi, anche giorni, ma di più debole intensità.

Questo tipo di mal di testa associato ai rapporti sessuali è fenomeno particolarmente raro in quanto va a interessare appena l’1% della popolazione. In realtà questa incidenza è legata ai casi con una diagnosi ufficiale, o circa, e quindi mancano al conto tutte quelle persone che non hanno mai pensato di indagare su eventuali dolori.

 

Un mal di testa da indagare

La causa principale di questa cefalea sembra interessare una vena del collo che si restringe. Questo avviene durante uno sforzo, aspetto intrinseco di un rapporto sessuale, ma può quindi manifestarsi in altre situazioni, come praticando uno sport o anche solo tossendo. Non essere un tipico mal di testa, prendere medicine pensate per trattare casi normali, come l’aspirina, può portare ad effetti collaterali fatali.

Un’altra possibilità dietro il mal di testa da rapporto sessuale sono la lacerazioni di alcuni vasi sanguigni nel cervello o addirittura un ictus. Questi danni, se passano inosservati, posso di fatto portare al decesso, soprattutto se si cerca di risolvere senza approfondire. Al contrario di casi, la situazione potrebbe risultare trattabile molto facilmente.