dieta atlantica guida
Immagine di jcomp su Freepik

La dieta atlantica ha catturato l’attenzione del mondo del fitness e della nutrizione come una delle tendenze più promettenti per perdere peso in modo sano ed efficace. Questo piano alimentare, ispirato alle tradizioni culinarie delle regioni costiere dell’Europa occidentale, offre una combinazione equilibrata di nutrienti e sapori freschi che promettono di soddisfare sia il palato che le esigenze nutrizionali. Ha guadagnato una certa popolarità dopo che uno studio ha scoperto che coloro che seguivano la dieta avevano un rischio significativamente inferiore di problemi di salute cronici.

Questo nuovo piano alimentare si basa sulle abitudini alimentari delle comunità che vivono lungo le coste dell’Atlantico, come quelle dei paesi mediterranei, francesi, portoghesi e spagnoli. Queste regioni sono rinomate per la loro cucina ricca di pesce, frutti di mare, verdure fresche, frutta, cereali integrali e olio d’oliva. La dieta si concentra sull’uso moderato di carne rossa e zuccheri aggiunti, privilegiando invece fonti proteiche magre e carboidrati complessi.

 

Dieta Atlantica, cos’è questo nuovo piano alimentare cosi trendy?

Un aspetto significativo che distingue la dieta atlantica dalla MedDiet è che include brassiche, un gruppo di verdure che comprende cavoli, rape, cavoli, cime di rapa e cavolfiore. La dieta atlantica comprende anche tagli più magri di carne, latticini e frutti di mare. Uno dei principi fondamentali della dieta atlantica è la varietà e la freschezza degli alimenti consumati. Questo piano incoraggia il consumo di una vasta gamma di frutti di mare, ricchi di acidi grassi Omega3, che favoriscono la salute cardiovascolare e contribuiscono alla sensazione di sazietà. Le verdure a foglia verde, ricche di fibre e antiossidanti, sono un’altra componente essenziale di questa dieta, insieme alla frutta fresca e ai cereali integrali che forniscono energia sostenuta nel corso della giornata.

Inoltre questa dieta è associata a una serie di benefici per la salute, tra cui la riduzione del rischio di malattie cardiache, diabete di tipo 2 e obesità. Grazie al suo focus su alimenti integrali e nutrienti, questa dieta può contribuire a migliorare la salute digestiva, la gestione del peso e la salute generale. Inoltre, la presenza di grassi sani come quelli presenti nell’olio d’oliva e nei frutti di mare può favorire la salute della pelle, dei capelli e delle articolazioni. Seguirla non richiede restrizioni estreme o contare le calorie. Piuttosto, si tratta di adottare uno stile di vita alimentare sano e sostenibile. Gli individui possono pianificare i pasti attorno a una varietà di alimenti freschi e stagionali, evitando i cibi trasformati e ricchi di zuccheri aggiunti. È consigliabile anche praticare regolarmente attività fisica, integrando esercizio aerobico e allenamento di resistenza per massimizzare i benefici per la salute.

È utile pianificare i pasti in anticipo e preparare cibi freschi e nutrienti. Si consiglia di fare la spesa regolarmente per assicurarsi di avere a disposizione ingredienti freschi e di alta qualità. Inoltre, è importante moderare il consumo di alimenti ad alto contenuto calorico e basso valore nutrizionale, come snack confezionati e bevande zuccherate, privilegiando invece spuntini sani come frutta fresca, noci e semi. Questa nuova dieta rappresenta una promettente alternativa ai tradizionali piani dimagranti, offrendo una combinazione equilibrata di nutrienti, sapori deliziosi e benefici per la salute. Incorporare abitudini alimentari ispirate alle tradizioni culinarie delle regioni costiere dell’Atlantico può aiutare a migliorare la salute generale e a raggiungere e mantenere un peso corporeo sano nel lungo termine. Prima di iniziare qualsiasi nuovo regime alimentare, è consigliabile consultare un professionista della salute o un dietologo per valutare la propria situazione individuale e ricevere consigli personalizzati.

Immagine di jcomp su Freepik