presbiopia
Image by analogicus from Pixabay

La medicina si chiama Vuity e agisce costringendo la pupilla. Può essere applicata una volta al giorno e il suo effetto dura sei ore. Con l’avanzare dell’età, è normale che la qualità della nostra vista da vicino inizi a diminuire. Dopotutto, non per niente i cellulari creati appositamente per gli anziani tendono ad avere numeri così grandi.

Questa condizione è chiamata presbiopia, nota anche come affaticamento degli occhi, e colpisce più di un miliardo di persone in tutto il mondo. Più specificamente, la presbiopia è l’incapacità degli occhi di mettere a fuoco da vicino, il che si traduce in immagini sfocate. Inizia a peggiorare intorno ai 40 anni e peggiora fino a stabilizzarsi all’età di 60 anni. I ricercatori sanno che l’età è il principale fattore aggravante della presbiopia, ma attualmente c’è un dibattito sulle cause meccaniche alla sua radice.

Una teoria suggerisce che quando le nostre lenti invecchiano, diventano più pesanti e non possono cambiare forma facilmente. Un’altra teoria suggerisce che il muscolo che “tira l’obiettivo” si indebolisce con l’età. Indipendentemente dalla causa, ora c’è una promessa per una soluzione. Nel 2021, la Food and Drug Administration ha approvato un nuovo farmaco in gocce per il trattamento della presbiopia.

 

Le gocce contro la presbiopia

Prima del rilascio di queste gocce – chiamate come detto Vuity – le persone indossavano occhiali, lenti a contatto o ricorrevano a un intervento chirurgico per alleviare la presbiopia. Ma queste gocce possono essere un’alternativa più semplice e meno rischiosa.

Le gocce compensano la mancanza di capacità dell’obiettivo di cambiare forma rendendo la pupilla più piccola. Contraendo la pupilla si riduce la quantità di luce diffusa e questo fa sì che la luce che entra nell’occhio sia più concentrata sulla retina, estendendo la gamma di distanze alle quali gli oggetti vengono messi a fuoco.

Quando mettiamo le gocce negli occhi, occorrono 15 minuti perché il principio attivo, la pilocarpina, inizi a funzionare. La pilocarpina è un farmaco che è stato sviluppato per la prima volta alla fine del XVII secolo e può trattare condizioni come il glaucoma e l’ipertensione oculare. L’effetto sugli alunni può durare circa sei ore.

Avere pupille più piccole significa anche che meno luce entra nell’occhio. Anche se questo non è un problema durante il giorno quando c’è molta luce solare, può causare difficoltà in condizioni di scarsa illuminazione. Inoltre, mal di testa e occhi rossi sono gli effetti collaterali più comuni delle luci.

Vuity è attualmente approvato per l’uso quotidiano in ciascun occhio ed è soggetto a prescrizione medica. Il futuro del trattamento della presbiopia sembra quindi promettente.