esercizio-fisico

Durante la pandemia da Covid-19, c’è chi si è posto il problema dei benefici o meno del fare esercizio fisico con la mascherina. Gli esperti suggeriscono che ciò potrebbe avere conseguenze negative.

Il coronavirus ha iniziato a influenzare gli eventi sportivi già dal 30 gennaio, quando la Federcalcio cinese aveva annunciato che avrebbe ritardato l’inizio della stagione calcistica. Due mesi dopo, le Olimpiadi di Tokyo sarebbero state rimandate all’estate del 2021, il primo rinvio nella storia olimpica moderna.

Ora, gli amministratori sportivi stanno esplorando nuovi modi per consentire un ritorno alla formazione e alla competizione, sia a livello professionale che amatoriale. In assenza di un vaccino, tuttavia, ci sono diverse sfide. Una riguarda la respirazione.

 

Mascherina o no: questo è il problema!

Quando si pratica sport, la respirazione è più rapida e più difficile che a riposo, il che aumenta il rischio di trasmissione della malattia. Di conseguenza, il calcio della Premier League sta prendendo in considerazione l’introduzione di mascherine. Altri sport possono seguire l’esempio.

Tuttavia, una mascherina rende difficile inalare la quantità di aria necessaria per prestazioni ai massimi livelli. Sappiamo che indossare una mascherina chirurgica può aumentare la resistenza al flusso d’aria. L’esercizio fisico porta inevitabilmente ad una respirazione più veloce e più difficile; pertanto, indossare una mascherina durante l’allenamento esercita una pressione aggiuntiva sul flusso d’aria.

In esercizi di intensità da bassa a moderata, lo sforzo sembrerà un po’ più difficile del normale con una mascherina, ma si può ancora camminare comodamente. La sfida sembra essere maggiore durante un intenso esercizio fisico (come il calcio).

Quando facciamo un intenso esercizio fisico, i nostri muscoli producono acido lattico, che provoca una sensazione di bruciore. Viene quindi convertito in anidride carbonica ed espirato. Ma cosa succede se l’anidride carbonica viene intrappolata dalla mascherina? Passando da un esercizio moderato a pesante, potremmo respirare di nuovo l’anidride carbonica, che può ridurre la funzione cognitiva e aumentare la frequenza respiratoria.

Potrebbe anche esserci meno ossigeno nell’aria riciclata, che potrebbe imitare l’esercizio eseguito a quote più elevate. Pertanto, è importante comprendere meglio i limiti dell’esercizio fisico intenso con una mascherina.

La concentrazione di ossigeno nell’atmosfera è di circa il 21% a livello del mare. Quando si corre sul tapis roulant con solo la mascherina da scherma, la concentrazione di ossigeno è di circa il 19,5%. Questo sarebbe l’equivalente dell’esercizio a 600 m sul livello del mare.

Ci sono livelli insignificanti di anidride carbonica nell’aria atmosferica e, quando ci alleniamo solo con la mascherina, questo rimane al di sotto dell’1%. Con la maschera chirurgica, è triplicata al 3%. Pertanto, gli esperti raccomandano ulteriori indagini per comprendere le possibili complicazioni che possono derivare dall’esercizio con una mascherina chirurgica.