dieta-sana

La scelta di ingredienti con un alto valore nutrizionale è solo una parte del problema quando si cerca di aderire a una dieta sana, poiché il metodo di cottura, cioè l’operazione culinaria che utilizza il calore per arricchire un alimento, appetitoso, commestibile e digeribile, favorendo anche la sua conservazione, è anche di vitale importanza.

Seguire una dieta variata ed equilibrata è essenziale per prevenire l’insorgenza di malattie cardiovascolari se è accompagnata, inoltre, dalla pratica dell’esercizio fisico su base regolare. Inoltre, la dieta mediterranea, integrata con olio extra vergine di oliva o di semi, è in grado di ridurre del 30% il rischio di infarto del miocardio, ictus o morte cardiovascolare.

Occorre, quindi, seguire una dieta ricca di verdure, frutta, cereali, pesce, legumi, olio d’oliva e semi. Inoltre, è conveniente scegliere carni bianche (maiale, pollo, tacchino) rispetto alle carni rosse e, naturalmente, evitare zuccheri raffinati, consumo di grassi saturi e grassi idrogenati e sale in eccesso.

 

I metodi di cottura più sani

Ma come abbiamo detto prima, importante quanto scegliere correttamente il cibo che mangiamo è il modo in cui lo cuciniamo. Nel caso di cibi fritti, l’olio aggiunge grassi saturi e cibi affumicati passano attraverso un processo in cui viene aggiunto sale che, come sappiamo, provoca l’ipertensione aumentando il rischio di malattie cardiovascolari.

L’ebollizione è facile e uno dei metodi più appropriati per mangiare sano. Basta dell’acqua e col passare del tempo e con la temperatura di cottura, il cibo può perdere alcuni dei suoi nutrienti.

La cottura a vapore è quasi la stessa del cibo cotto in ebollizione, con la sola differenza che non entra in contatto diretto con l’acqua. È un metodo perfetto per cucinare le verdure.

L’uso del forno ci consente di gustare piatti a basso contenuto di grassi, poiché il cibo rilascia il suo succo ed evita quindi di incorporare grassi extra. Inoltre, questo modo di cucinare conserva quasi interamente i nutrienti negli alimenti.

Il soffritto deve prevedere poco olio ed è perfetto per cucinare le verdure. Si consiglia di utilizzare sempre olio extra vergine di oliva.