uccello-dinosauro

Il fossile di un uccello Cretaceo recentemente scoperto in Giappone può portare gli scienziati a ripensare alcuni dettagli sull’evoluzione del volo. Circa 120 milioni di anni fa, un uccello delle dimensioni di un piccione ha sorvolato le foreste cretacee in quello che oggi è il Giappone. Il fossile appena scoperto, conservato in tre dimensioni, è il primo uccello di questa era che si trova al di fuori della Cina.

Questo antico uccello, ora chiamato Fukuipteryx prima, ha una caratteristica trovata negli uccelli moderni non rilevata in altri fossili di uccelli di questo periodo: una lamina ossea vicino alla coda. Conosciuta come un pigostyle, questa struttura triangolare supporta piume di coda ed è stata collegata all’evoluzione delle code più corte per il volo. Ma ora gli investigatori sospettano che, sebbene questa placca appaia man mano che le code diventano più piccole, non è necessariamente un adattamento al volo.

Secondo Takuya Imai, autore principale dello studio, pubblicato sulla rivista Science Biology, e assistente professore presso l’Istituto di ricerca sui dinosauri prefetturale di Fukui, i F. primati hanno arti anteriori più lunghi rispetto agli arti posteriori, ossa scapolari e una coda accorciata.

Mentre alcuni dinosauri non aviari potrebbero aver avuto alcune di queste caratteristiche, solo gli uccelli le possiedono tutte. Come l’Archaeopteryx – l’uccello più antico mai conosciuto – il Fukuipteryx aveva un bacino inutilizzato e un braccio oscillante (noto anche come “osso fortunato”): primi segni di uccelli.

Altre ossa intatte del fossile includono costole, vertebre e ossa degli arti, così come il “lungo, robusto, pigostyle a forma di bastoncino” che terminava con “una struttura simile a una pala“, affermano i ricercatori, aggiungendo che per alcuni aspetti, la forma pigostile di questo uccello ricorda quella di un pollo domestico .

In precedenza, si pensava che le code degli uccelli si restringessero mentre gli animali si adattavano al volo. Ma la prima Fukuipteryx è un uccello più primitivo dell’ultimo degli aviatori a coda lunga: una specie chiamata Jeholornis, che visse in Cina tra 122 e 120 milioni di anni.

Ciò suggerisce che la perdita di lunghe code e l’aspetto del pigostile potrebbero non essere collegate al volo. “Abbiamo bisogno di ulteriori prove per chiarire questa situazione“, afferma Imai.