polizze

Le polizze assicurative di tutela legale sono assicurazioni recenti, estremamente diffuse soprattutto tra imprenditori, avvocati, medici e liberi professionisti in genere, nate per coprire eventuali spese in caso di controversie legali civili o penali. Molto spesso la tutela legale è inclusa nelle polizze capofamiglia.

 

Aumento delle polizze di tutela legale in Italia e negli altri paesi europei

Negli ultimi tempi un’analisi effettuata dall’organizzazione internazionale sulle assicurazioni legali ha registrato un boom delle richieste dei consumatori di queste particolari tipologie di polizze e una conseguente raccolta premi triplicata rispetto agli anni passati. Nello specifico nel nostro paese l’importo è passato da 126 milioni di euro del 2000 agli oltre 400 milioni di euro del 2017 mentre in altri paesi ha abbondantemente superato la cifra di 1 milione di auro annuo infatti nonostante il significativo aumento registrato nella sottoscrizione delle polizze di tutela legale in Italia negli altri paesi europei si registrano numeri ancora più importanti con un picco massimo registrato dalla Germania, paese in cui quasi una famiglia su due stipula queste polizze generando un totale premi annuo di oltre 3 milioni di euro.

 

Cosa coprono le assicurazioni legali

Attraverso la sottoscrizione di una polizza di tutela legale l’assicurato può contare su assistenza professionale e pagamento delle spese legali da sostenere in caso di cause di lavoro, problematiche tra condomini e da qui la necessità di avere anche una polizza casa (qui la lista delle migliori), truffe, incidenti stradali, errori medici e altre evenienze indicate nel contratto stipulato. In particolare le polizze di tutela legale si rivelano fondamentali per affrontare controversie contro enti pubblici, cause che richiedono un profondo studio e lunga esperienza nell’ambito della gestione delle cause legali per giungere a un riscontro favorevole per l’assicurato.

Inoltre con la modifica del Codice della Strada, e la conseguente introduzione del reato di omicidio stradale, si è verificato un netto aumento degli automobilisti interessati alla stipula di polizze di tutela legale in quanto queste controversie non solo riscontrano un elevato esito negativo delle risoluzioni amichevoli ma possono diventare situazioni problematiche, difficili da affrontare ed estremamente esose, in caso di feriti o di decesso. In tutti i casi prima di portare la controparte in tribunale la compagnia assicurativa di riferimento tenta sempre un primo approccio amichevole per risolvere la controversia senza ricorrere in giudizio per poi passare alle varie fasi di giudizio a seguito di mancato accordo tra le parti.

 

Quanto costa una polizza di tutela legale?

Secondo un’inchiesta recente effettuata da Altroconsumo sottoscrivere una polizza di tutela legale permette a cittadini, liberi professionisti e imprenditori di tutelarsi da eventuali problematiche sostenendo un costo medio inferiore ai 200 euro annui, una piccola spesa che offre innumerevoli vantaggi ed elevata protezione contro un gran numero di problematiche con rilevanza legale civile o penale.

 

Come scegliere una polizza di tutela legale

Prima di sottoscrivere un contratto di tutela legale è importante richiedere informazioni dettagliate all’agente assicurativo per valutare la migliore offerta e scegliere il tipo di polizza più indicato. In particolare un confronto tra polizze proposte da diversi enti assicurativi ha messo in evidenza importanti differenze passando da coperture di base a coperture complete in caso di problematiche relative a donazioni, controversie con istituti di credito, successioni, separazioni e controversie con le imprese edili di costruzione.

 

Con quale tempistica occorre comunicare alla compagnia assicurativa un’eventuale controversia

Molto spesso gli assicurati tendono a sottovalutare la giusta tempistica di comunicazione dell’eventuale controversia al proprio istituto assicurativo, errore comune che può portare a una violazione del contratto stipulato.  In particolare nella maggioranza delle polizze analizzate la compagnia assicurativa di riferimento deve essere contattata entro 3 giorni dall’evento e non all’arrivo del documento da parte del legale della controparte mentre quando la controversia assume rilevanza penale, come nel caso di ferimento involontario di persone, è molto importante mettersi immediatamente in contatto con la compagnia assicurativa e comunicare tutti i dettagli per essere tutelati al meglio.