mal di testa fame legame
Immagine di katemangostar su Freepik

La fame è un fenomeno fisiologico che il nostro corpo utilizza per segnalare la necessità di energia e nutrienti. Tuttavia, molte persone possono sperimentare un fastidioso mal di testa quando si trovano in uno stato di fame. Questa connessione tra fame e mal di testa può essere attribuita a una serie di fattori fisiologici e comportamentali che influenzano il nostro cervello e il nostro corpo. Secondo diversi studi, infatti, circa il 30% delle persone soffre di mal di testa quando ha fame. Quando ciò accade si è portati istintivamente a dare la colpa alla stanchezza del momento ma in realtà il motivo principale sarebbe un altro.

Il principale fattore scatenante del mal di testa da fame è il basso livello di zucchero nel sangue che si ha quando non si mangia da un po’ di tempo. Saltare i pasti o far passare molto tempo tra uno e l’altro può infatti portare a sviluppare il mal di testa, a causa del calo di zucchero nel sangue che il cervello rileva. Quando il livello di zucchero nel sangue diminuisce, il corpo rilascia alcuni ormoni in risposta e questo può scatenare il dolore.

 

Fame, perché ci viene sempre il mal di testa quando ne soffriamo?

La fame può anche influenzare l’equilibrio dei neuro trasmettitori nel cervello, inclusi la serotonina, la dopamina e l’istamina. Questi neuro trasmettitori svolgono un ruolo chiave nella regolazione dell’umore, del sonno e della sensazione di dolore. Quando siamo affamati, il nostro corpo può produrre meno di questi neuro trasmettitori, il che potrebbe contribuire alla comparsa del mal di testa. Questa condizione può anche aumentare la tensione muscolare e lo stress, contribuendo così al mal di testa. Quando il nostro corpo è privo di cibo, può reagire aumentando la produzione di cortisolo, l’ormone dello stress. Questo aumento dello stress può causare tensione nei muscoli del collo e delle spalle, che sono spesso associati ai mal di testa tensionali.

La fame può spesso essere confusa con la sete, e molte persone possono non rendersi conto che sono disidratate anziché affamate. La disidratazione può causare mal di testa, affaticamento e difficoltà di concentrazione. Quando siamo affamati, potremmo non bere abbastanza acqua, il che potrebbe peggiorare la situazione. Alcune persone possono dipendere dalla caffeina per sopprimere l’appetito o per aumentare l’energia quando sono affamate. Tuttavia, l’eccesso di caffeina può causare mal di testa, specialmente se non si beve abbastanza acqua per compensare gli effetti disidratanti della caffeina. Questo può portare a un ciclo vizioso di dipendenza dalla caffeina e mal di testa associato alla fame.

In alcuni casi, il mal di testa associato alla fame potrebbe essere causato da reazioni avverse a specifici alimenti. Ad esempio, alcune persone possono essere sensibili al glutine, ai latticini o ad altri ingredienti comuni nei cibi che mangiano quando sono affamate. Queste sensibilità possono causare infiammazione nel corpo, compreso il cervello, che potrebbe manifestarsi come mal di testa. Infine, lo stress psicologico ed emotivo associato alla fame può contribuire al mal di testa. Preoccupazioni riguardanti il cibo, l’accesso ai pasti o le preoccupazioni finanziarie legate all’alimentazione possono aumentare il livello di stress e contribuire ai sintomi del mal di testa.

In conclusione, il mal di testa associato alla fame può essere causato da una combinazione di fattori fisiologici e comportamentali. È importante prestare attenzione ai segnali del nostro corpo e assicurarsi di mantenere una dieta equilibrata e regolare per evitare queste fastidiose sensazioni. Se il mal di testa persiste o diventa grave, è sempre consigliabile consultare un medico per valutare le cause sottostanti e ricevere un trattamento adeguato.

Immagine di katemangostar su Freepik