cometa deserto vetro
Foto di Oday Hazeem da Pexels

Ben 80 chilometri di costa cilena sono ricoperti da frammenti oblunghi di vetro nel deserto, che sembrerebbero provenire dall’esplosione di un’antica cometa di circa 12.000 anni fa, secondo un nuovo studio. L’esplosione è quella che viene chiamata esplosione aerea, che può verificarsi quando una meteora o una cometa cade sulla Terra.

Solitamente questi oggetti si riscaldano a causa dell’attrito con l’atmosfera del nostro pianeta. Mentre alcuni esplodono e bruciano completamente nell’atmosfera, altri esplodono quando entrano in contatto con le parti più spesse dell’atmosfera. Inoltre possono far sì che le temperature del suolo siano calde come il Sole, con venti oltre la forza di un uragano.

 

Il deserto cileno trasformato in vetro da un’antica cometa

Secondo il team di ricercatori che ha studiato la composizione dei vetri di silicato disseminati sull’Atacama del Cile, questo è stato proprio il caso di un’antica cometa esplosa e caduta sulla Terra nel periodo del Pleistocene. Proprio questa esplosione ha causato la fusione di frammenti di roccia spaziali, formando dei vetri. Il deserto della costa cilena è ricco di questi frammenti e indicano interazioni complesse tra l’esplosione dell’aria, il riscaldamento e i venti.

I risultati dello studio dimostrano per la prima volta come sia avvenuto l’evento e che i frammenti di vetro siano il frutto della collisione reale. Studi precedenti suggeriscono che questi frammenti potevano essere frutto di antichi fuochi d’erba, prima che l’aria diventasse deserto. Tuttavia il recente studio sospetta che un oggetto extraterrestre sia la fonte della stranezza geologica a causa della costituzione minerale e della struttura unica dei vetri, che hanno dimostrato prove che erano piegati e trasformati quando ancora erano liquidi.

Questi stessi dettagli sono stati riscontrati anche in altre esplosioni, ma non sembrano essere cosi pericolosi e violenti. Inoltre, il team ha trovato minerali che provengono da altre rocce spaziali, come la troilite e la cubanite. Questi minerali ci spiegano che l’oggetto sia una cometa. L’attuale stima dell’età dell’esplosione aerea rimane un lavoro in corso sul fronte dei test.

La stima della data più recente, fatta da un altro coautore, risale a circa 11.500 anni fa. C’è anche la possibilità che questo sia stato effettivamente testimoniato dai primi abitanti, appena arrivati ​​nella regione e questo potrebbe essere davvero uno spettacolo.

Foto di Oday Hazeem da Pexels