gelato

Le Poussin Bleu, un caffè in Costa Azzurra, in Francia, ha deciso di rimuovere due dessert dal menu dopo essere stato oggetto di accuse di razzismo sui social media. I due gelati in questione sono l'”africano” e il “cinese”, dal nome – per alcuni – inequivocabilmente razzista.

Il primo ha un rivestimento al cioccolato ed è decorato per rappresentare il volto di un uomo di colore, con labbra carnose e rosse. Il secondo, invece, ha un sapore di limone e su di esso è disegnato un viso con occhi obliqui, tipicamente asiatici.

Il caffè in cui viene venduto il gelato ha ricevuto critiche su Twitter, dove è stato accusato di razzismo. Questa non è la prima volta che questi due dessert si rivelano controversi. Nell’agosto dell’anno scorso, un utente di Twitter aveva già messo in evidenza il carattere razzista del gelato.

Il ristorante Le Poussin Bleu di St. Raphaël e la sua selezione di gelati sono particolarmente razzisti… non è vero?“, aveva scritto l’utente.

Anche se i proprietari dei caffè hanno già rimosso il gelato dal menu, sostengono che non sono razzisti. “Non siamo razzisti. Rispettiamo tutti!” , si legge in un post pubblicata su Facebook. “Questi gelati hanno dato piacere a molte generazioni di famiglie di diversa estrazione. Se alcune persone sono state disturbate di recente, ci scusiamo”, si legge anche.

I proprietari del caffè affermano che il gelato era nel menu quando hanno assunto la direzione dello stabilimento e che, “ingenuamente”, sono stati conservati nel menù alla lettera.