Le farfalle monarca sono impegnate in una migrazione spettacolare che coinvolge più generazioni. Navigano sull’onda verde della primavera mentre si estendono verso nord, producendo nuove generazioni lungo la strada che percorrono. 

In attesa dell’autunno inizia, questa generazione di farfalle fermerà la riproduzione e inizierà a dirigersi a sud, raggiungendo infine i consueti luoghi, ma questa volta contando su numeri sbalorditivi. 

Ma, negli ultimi anni, questi numeri sono diventati molto meno impressionanti. La perdita di alcuni di questi terreni di ricovero, la distruzione dell’habitat in tutto il Nord America e altre minacce hanno progressivamente ridotto la popolazione migrante al punto in cui si sta considerando l’ipotesi sia una specie in via di estinzione.

 

Cosa fare per le farfalle

Sono molte le persone in tutto il Nord America che provano a dare una mano alle farfalle. I loro sforzi includono la semina delle piante alimentari preferite da questi insetti, la protezione delle farfalle nella loro fase prematura.

Ma un nuovo studio solleva dubbi e un gruppo di ricercatori dell’Università di Chicago ha scoperto che le farfalle monarca potrebbero non essere in grado di migrare in modo efficace e, quindi, potrebbero solo dare una spinta transitoria alla popolazione monarchica.

Le popolazioni monarchiche in migrazione subiscono sia cambiamenti comportamentali che fisiologici una volta che l’autunno si avvicina. Il loro sistema riproduttivo è limitato e in autunno le femmine porteranno molte meno uova non fecondate. Inoltre, se collocati all’esterno, queste farfalle orienteranno generalmente verso sud la direzione della loro migrazione. 

Ci sono molte potenziali implicazioni negli sforzi per aiutare a ripristinare le specie. Oltre agli aspetti di conservazione, il lavoro aggiunge un ulteriore livello di complessità al processo di migrazione. I comportamenti coinvolti con la migrazione sono abbastanza complessi; ora sappiamo che la decisione di migrare o meno comporta anche un mix di segnali ambientali e influenze genetiche.