google-mars

Con l’aiuto dei dati satellitari della NASA, Google ha lanciato il sito Google Mars che consente ai navigatori del Web di esplorare la superficie di Marte con i suoi vulcani, montagne e crateri. I dati raccolti dai ricercatori della Arizona State University hanno creato una delle mappe più accurate mai realizzate sul pianeta. 

Interattivo, la novità viene utilizzata in modo simile a Google Maps e consente agli utenti di spostare, ingrandire e selezionare luoghi diversi, nonché esplorare diverse regioni del Pianeta Rosso.

 

A spasso sul pianeta Marte

Inoltre, appassionati e navigatori del web possono scoprire come vulcani, montagne, crateri e dune marziane hanno preso il loro nome (ad esempio, il cratere di Lomonosov prende il nome dallo scienziato russo Mikhail Lomonosov). Quindi, aggiungono al viaggio planetario, anche un viaggio di conoscenza di nozioni tutte relative a questo affascinante pianeta.

Marte può essere osservato in tre versioni: su una mappa topografica, su una mappa dello spettro di luce visibile per vedere più dettagli della superficie e su una mappa a infrarossi che ritrae quanto sia fredda o calda la superficie del pianeta, dando la possibilità di vedere fino a persino nuvole marziane e polvere atmosferica.

Un viaggio esplorativo davvero affascinante che Google Mars regala ai propri utenti.