caldera-alaska

Secondo un team di scienziati, un ammasso di sei isole vulcaniche situate nelle vicinanze dell’Alaska, potrebbero effettivamente essere aperture interconnesse per un vulcano nascosto sott’acqua. Se confermato, questo sarà il primo vulcano completamente sommerso nelle Aleutine.

Le isole dei Quattro Vulcani in Alaska potrebbero infine far parte di un sistema vulcanico interconnesso simile al supervulcano di Yellowstone. Questo tipo di vulcano è in grado di produrre eruzioni catastrofiche su scala mondiale.

 

Lo studio

Il nuovo studio condotto da John Power, dell’Alaska Volcanic Observatory, e pubblicato su AGU, mostra quello che può essere un “vulcano gigante, fino ad ora sconosciuto“.

Questo sistema consiste di sei vulcani – situati nella parte centrale dell’arcipelago delle Aleutine: Cleveland, Carlisle, Herbert, Kagamil, Tana e Uliaga. Il Monte Cleveland è il più attivo del gruppo e negli ultimi due decenni ha rilasciato nuvole di fumo alte fino a nove chilometri.

La coautrice dello studio Diana Roman, del Carnegie Institute of Science di Washington, ha detto in una dichiarazione che il suo team ha lavorato duramente per scoprire ulteriori dati, ma alla fine ha concluso che si tratta di una “caldera situata in questa regione“. Durante lo studio, i ricercatori hanno analizzato i depositi geologici, i cambiamenti nella zona nel tempo, le emissioni di gas, la gravità.

Le caldere vulcaniche, note anche come supervulcani, producono eruzioni catastrofiche, poiché hanno enormi depositi di magma. Così, una volta in eruzione, le caldere rilasciano enormi quantità di lava e cenere, che in alcuni casi possono addirittura cambiare la mappa geopolitica del pianeta.

Per dimostrare l’esistenza del supervulcano nell’arcipelago dell’Alaska, gli scienziati hanno in programma di effettuare ulteriori studi e, in particolare, “fare un’analisi sui fondali marini , studiare le rocce vulcaniche, raccogliere più dati sismici e gravitazionali e osservare campioni provenienti da aree geotermiche“.

Questi sei vulcani sono noti collettivamente come le Isole delle Quattro Montagne. Tuttavia, possono anche essere collegati come parte di una caldera, un’enorme depressione vulcanica a forma di conca che può contenere diverse aperture, afferma lo studio.

Image by David Mark from Pixabay