connessione mobile Attualmente la tecnologia 4G ci permette di navigare su internet dai dispositivi mobili come lo smartphone a velocità anche superiori alla rete fissa. Presto però questa rete potrebbe essere rimpiazzata dal 5G, che in Italia diventerà realtà entro il 2020. Secondo il report prodotto da Open Signal, la copertura al momento assicurata dai vari operatori è davvero elevata: in alcuni casi la copertura nazionale arriva fino al 71%, mentre in altri si ferma al 38%. Sommando tutti i provider, si arriva comunque a coprire gran parte del territorio. Ma vediamo di capire meglio come funziona la connessione 4G e cosa cambierà con l’arrivo del 5G.

 

La connessione 4G in Italia

Partiamo dall’analizzare le potenzialità attuali della rete mobile in 4G per capire come migliorarne le prestazioni. Intanto è bene specificare che la tecnologia che si cela dietro alla navigazione in 4G è la LTE (Long Term Evolution): si tratta di quella più recente e più performante, la quale riesce a garantire velocità di navigazione fino a 100 Mbps in download e 30 Mbps in upload. Attenzione, però, perché si parla pur sempre di velocità teoriche che possono variare da operatore a operatore, e da zona a zona. Nell’ultimo periodo il provider con la copertura migliore è stato Vodafone, che attualmente arriva a coprire fino al 71,6% del territorio al massimo della velocità. Tra le varie opportunità messe a disposizione da questo operatore, spiccano le offerte per Internet mobile 4G che permettono di connettere fino a 10 dispositivi in simultanea ad una velocità di 150 Mbps in download e 50 Mbps in upload. È importante sottolineare per completezza che, oltre alla tecnologia LTE di base, esistono altre versioni pensate più che altro per i business che possono arrivare fino a 4 Gbps di velocità. 

 

La rivoluzione della rete 5G

Per quanto il 4G possa essere performante, il passaggio dal 4G al 5G è ormai una realtà e si concretizzerà nel nostro paese a partire dal 2020. Vediamo le principali differenze fra questi due tipi di tecnologia di navigazione mobile. La principale novità è rappresentata dalla potenza delle celle in termini di trasmissione dati. Si pensi che oggi il 4G consente un massimo di 1 Gbps per cella, mentre il 5G alzerà la quota a 20 Gbps per cella. Ciò dipende dalle capacità di elaborazione, decisamente superiori rispetto alla connessione in 4G. Anche la copertura potenziale potrà essere espansa di molto, così come l’efficienza del segnale e della connessione stessa.

Infine, è giusto capire quali saranno le novità introdotte in concomitanza con il 5G. Qui serve innanzitutto citare le potenzialità in combinazione con l’Internet of Things (IoT), proprio per via di questa straordinaria capacità di trasmissione dati. I campi applicativi svarieranno su tutti i settori che hanno scelto di evolversi verso la cosiddetta Industria 4.0, cosa che include anche l’ambito medico e la chirurgia smart. Una vera e propria rivoluzione che è già cominciata.