olfatto
Photo by Sharon McCutcheon on Unsplash

La capacità del nostro olfatto varia da persona a persona, ma è possibile allenare questo senso ad essere più raffinato. Il nostro naso è carico di neuroni sensoriali olfattivi, ognuno dei quali ha un recettore dell’odore. Quando le molecole nell’aria stimolano uno di questi recettori, inviano un messaggio direttamente al cervello.

La verità è che l’olfatto non è il senso da cui dipendiamo di più, motivo per cui non è così importante per noi come lo è per gli altri animali. Ma questo significa che non possiamo fare affidamento solo su quello proprio. C’è molta varietà nell’accuratezza dell’olfatto che può essere spiegata dalla genetica (in generale, le donne tendono ad avere un senso dell’olfatto più acuto rispetto agli uomini) o dall’anatomia, come un setto deviato.

Ma c’è ancora un gruppo speciale di super odorosi affetti da una condizione chiamata iperosmia. Poiché è così raro, non si sa molto di questa condizione, ma ci sono alcune condizioni come l’emicrania, che sono associate all’iperosmia.

 

Un senso acuto

In generale, gli esseri umani hanno un acuto senso dell’olfatto. Uno studio del 2017 che ha esaminato la letteratura scientifica ha concluso che gli esseri umani hanno un senso che scende al di sotto della media tra i mammiferi. Anche così, la maggior parte di noi può anche esercitarsi per migliorare la nostra capacità di annusare e costruire “muscoli dell’olfatto”. Justin Turner, otorinolaringoiatra e direttore del Center for Smell and Taste della Vanderbil University, utilizza tecniche per allenare l’olfatto per i pazienti che hanno perso i sensi a causa del Covid-19 o di un altro motivo di salute.

Il metodo è chiamato riqualificazione olfattiva e consiste nel far annusare ai pazienti odori diversi alcune volte al giorno per alcuni mesi. “L’idea è che stimoli costantemente questi neuroni olfattivi e stimoli il cervello e la sua potenza di elaborazione“, spiega.

Anche per coloro che non hanno perso l’olfatto, una tecnica simile può essere utilizzata per migliorare l’olfatto. “Un buon esempio è uno specialista di profumi. Queste persone sono pagate un sacco di soldi per identificare le fragranze e identificare gli odori piacevoli che si fonderanno bene. Per fare questo si esercitano, a volte per anni”, conclude.