Covid-19 sicurezza fauna selvatica
Foto di David Mark da Pixabay

I primi mesi della pandemia per la maggior parte degli animali sono stati una pausa dall’uomo e dalla civiltà. Con il minor traffico gli uccelli cantavano più forte, le balene potevano nuotare più tranquilli e cosi via. Tuttavia non tutte le specie hanno beneficiato di questa pausa, poiché con la pandemia ha permesso al bracconaggio e alla diforestazione di aumentare a dismisura.

Secondo un recente studio però ha affermato che questo periodo di blocco ha offerto un vero e proprio beneficio per la fauna selvatica. Infatti il numero di animali uccisi ogni giorno sulle strade delle grandi città è diminuito del 34% nei primi mesi della pandemia, dove la guida è diminuito del 71%. Questi cali di mortalità sono senza precedenti, ma le cose si sono invertite nei mesi estivi.

 

Covid-19, la fauna selvatica viene messa in sicurezza grazia alla pandemia

Al momento lo studio tiene conto solo dei grandi mammiferi, ma numerose ricerche passate hanno stimato che circa un milione di vertebrati vengono uccisi sulle strade e autostrade. Se vogliamo proteggere la fauna selvatica per la prossima generazione, dobbiamo ridurre il traffico o fornire loro un modo sicuro per attraversare la strada. Gli attraversamenti della fauna selvatica si sono dimostrati estremamente efficaci: le collisioni che coinvolgono la fauna selvatica sono diminuite dell’88% dopo la costruzione di una serie di cavalcavia per alci in Colorado e del 90% dopo l’apertura di un sottopassaggio per cervi in Oregon.

Costruire ponti per le linci rosse e sottopassaggi per gli ungulati è per molti versi una soluzione di cerotto, perseguita solo dopo che gli umani hanno capito che una strada esistente è una calamita per la morte degli animali. Se le esigenze della fauna selvatica fossero integrati nella pianificazione dei trasporti, tutto sarebbe molto più semplice e coordinato.

Le strade sono uno dei tre principali fattori che contribuiscono al declino della fauna selvatica insieme al cambiamento climatico e il bracconaggio come gli altri due. Per pensare di fermare l’estinzione della fauna selvatica, non stiamo cercando di fare molto al riguardo, dobbiamo impegnarci di più.

Foto di David Mark da Pixabay