zero wasteZero waste, rifiuti zero, è il nuovo modo per definire chi abbraccia l’ideologia di una spesa sostenibile e consapevole. Eliminare la plastica monouso dalla nostra spesa, sembra un impresa impossibile, ma ogni uno di noi può fare la sua parte. Ogni anno, 12 milioni di tonnellate di plastica finiscono in mare. Queste statistiche descrivono chiaramente che l’inquinamento da plastica, come sappiamo, non può continuare e la responsabilità ricade, in ultima analisi, su società e governi.

Kim Tew, fondatore di Plastic Free Pantry, una società che offre prodotti con imballaggi senza plastica, ha dichiarato “Ho iniziato a non usare plastica nel 2017, dopo aver visto un documentario sull’inquinamento, che danneggia la fauna selvatica. All’inizio è stato molto difficile adattarsi allo zero waste, ma ha giovato alla mia vita in molti modi. Mi ha anche reso più consapevole del modo in cui faccio la spesa. Tendo a mangiare più sano, perché la verdura sfusa è facile da acquistare nei negozi di alimentari bio”.

Il primo principio di zero waste è ridurre. Non c’è bisogno di sostituire tutto ciò che si acquista con una versione senza plastica, ma ragionare su ciò che serve davvero. Diventare parsimoniosi e riutilizzare quello che si ha. Kim Tew continua dicendo: “Parla con gli altri, specialmente quelli più avanti nel loro viaggio a zero waste, poiché hanno imparato molte lezioni difficili in modo che la loro saggezza possa aiutarti ad arrivarci più velocemente. E non stressarti per quello che non puoi fare. Si tratta di fare il meglio che puoi all’interno delle realtà della tua vita piuttosto che della perfezione. Se fai un solo passaggio, ciò avrà comunque un impatto positivo “.

 

8 consigli pratici per applicare lo zero waste

Amanda Keetley, direttrice di Less Plastic, un’organizzazione no profit che si occupa della plastica oceanica, da 8 consigli pratici zero waste per diminuire la plastica negli acquisti. 1) Cerca di acquistare frutta e verdura sfuse e porta con te borse riutilizzabili. 2) Porta i tuoi contenitori riutilizzabili, al banco dei formaggi, della gastronomia, della carne e del pesce. 3) Compra solo la pasta confezionata in scatole di cartone, in modo da poter riciclare il cartone. 4) Usa i barattoli per ogni genere di cose. Anche il vetro è riciclabile all’infinito.

5) Scegli le marche di cioccolato disponibili in carta. 6) Prediligi i gelati artigianali che non hanno confezioni di plastica. 7) Cerca di mangiare meno alimenti confezionati, patatine, crackers, barrette, ecc. Le versioni fatte in casa sono più sane e usano meno plastica. 8) Congratulati con te stesso per ogni tua vittoria, e cerca di non soffermarti troppo sugli aspetti negativi. Ogni cambiamento positivo che fai si somma nel tempo per fare la differenza, specialmente se aggiunto a tutte le altre persone che apportano cambiamenti positivi.