marte-suoni

L’astronave InSight della NASA, progettata per studiare l’interno di Marte, ha rilevato una serie di “suoni peculiari” sul suolo marziano, ha reso noto l’agenzia spaziale americana questa settimana. I suoni, che possono essere ascoltati in una registrazione resa disponibile dalla NASA, sono stati catturati grazie al sismografo del rover e corrispondono a segnali sismici e altri rumori registrati sul Pianeta Rosso.

Una volta raccolti, spiega la NASA, questi stessi suoni sono stati adattati in modo da poter essere ascoltati dall’orecchio umano. Il sismografo in questione è in grado di registrare onde sonore come quelle prodotte da raffiche di vento o persino i movimenti del braccio robotico della sonda e altri strumenti meccanici.

 

Sembra un ensemble di jazz marziano?

E’ la domanda che la NASA ha chiesto ai suoi lettori sul suo sito ufficiale.

Dall’atterraggio su Marte lo scorso novembre, InSight ha rilevato più di 100 eventi sul Pianeta Rosso, 21 dei quali sono considerati terremoti. La navicella spaziale sbarcò su Marte alla fine di un viaggio di sei mesi e mezzo dopo essere stata lanciata nello spazio il 5 maggio di quest’anno. InSight rappresenta il ritorno di mezzi umani sulla superficie di Marte dopo una pausa di sei anni da quando il veicolo spaziale Curiosity è tornato sulla superficie del pianeta nel 2012.