Asteroid 6478 Gault

L’asteroide Gault, che si trova tra Marte e Giove, sta distruggendo se stesso lentamente. Si tratta di un fenomeno raro, osservato da diversi telescopi, tra cui il telescopio spaziale Hubble. Lo ha dichiarato in queste ore l’Agenzia spaziale europea, che gestisce lo strumento.

Secondo una dichiarazione della ESA, infatti, l’asteroide, scoperto nel 1988, rilasciato nello spazio, può dare indizi agli astronomi sulla storia della formazione dei pianeti nei primi giorni del sistema solare.

 

Immagini esaustive

Nelle immagini catturate dai telescopi, la roccia spaziale Gault appare con due tracce di detriti che ricordano le code delle comete.

Il corpo roccioso, che ha un diametro che va dai quattro ai nove chilometri, ha rilasciato materiale due volte il 28 ottobre e il 30 dicembre 2018 per alcune ore o giorni. Secondo l’ESA, le “code” degli asteroidi potrebbero essere visibili per qualche altro mese, fino a quando la scia di polvere si disperde nello spazio interplanetario.

L’assenza di polvere in eccesso vicino all’asteroide porta gli astronomi a concludere che la loro attività non è il risultato di una collisione con un altro grande corpo di massa, ma della sua instabilità.