I mancini potrebbero essere tutti geniali come Einstein?

I mancini costituiscono circa il 10% della popolazione mondiale e presentano questa caratteristica, che rende la mano sinistra quella principale, alcune delle persone tra le più famose e intelligenti della storia.

In passato purtroppo, spesso a causa dell’ignoranza sulle cause e sulle caratteristiche del mancinismo, essere mancini era considerato un tratto negativo e ci si poteva sentire emarginati. Fortunatamente i progressi scientifici hanno dimostrato che sono ugualmente intelligenti, se non più intelligenti, in determinate aree rispetto ai destrorsi.

 

I mancini sono geniali

Ad esempio, secondo una ricerca pubblicata sull’American Journal of Psychology, i mancini sono più creativi. Potrebbe quindi non essere solo un caso Albert Einstein fosse mancino e che, nonostante siano solo il 10% dell’intera popolazione, il 20% di tutti i membri della MENSA, la più grande e antica società mondiale di persone con un QI elevato, fossero mancini.

Lo studio mostra infatti che sono più bravi nell’esplorare varie soluzioni per un problema. Inoltre uno studio condotto da The Left-Handers’ Club su oltre 2.000 partecipanti sinistrorsi, destrorsi e ambidestri ha rilevato che i mancini tendono ad essere maggiormente attratti dalle carriere nel campo delle arti, della musica, dello sport e dell’informatica.

 

Eccellenti atleti in alcuni sport

Ed a proposito di sport, sembra che i mancini siano in una posizione di vantaggio negli sport uno contro uno come il tennis, il badminton e la boxe. Come spiega il linguista Rik Smits nel suo libro, The Puzzle of Left-Handedness, gli atleti sia sinistrorsi che destrorsi di solito si allenano contro avversari destri. Quando i giocatori destri affrontano un avversario mancino, sono quindi impreparati. Mentre l’atleta sinistrorso sarà già preparato per un avversario destrorso.

Uno studio del 2019 ha rilevato che nella boxe, il 17% dei combattenti maschi e il 12,5% delle combattenti donne sono sinistrorsi. Che, rispetto al 10% della popolazione generale che è mancina, rappresenta una cospicua percentuale. Lo studio ha anche scoperto che i boxeur mancini avevano più del 50% di possibilità di vincere contro i destrorsi.