covid-19-vaccino-gravidanza-importanza
Photo by Camylla Battani on Unsplash

Sono diversi i soggetti per cui il vaccino contro il Covid-19 è considerato di assoluta importanza. Si sente parlare spesso dei più anziani così come di chi soffre già di altre patologie e di chi naturalmente ha un sistema immunitario più compresso, gli operatori sanitari perché lavorano a stretto contatto con persone già contagiate, ma anche le donne in gravidanza.

Negli Stati Uniti, nello specifico i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, ha voluto esortare proprio le donne in dolce attesa di andare subito a vaccinarsi contro il coronavirus e quindi il Covid-19. Si calcola che durante la pandemia è stata diagnosticata la malattia a mezzo milione di donne in questo stato. 22.000 sono state ricoverate e 161 sono morte con comunque quelle guarite che devono fare i conti con diversi strascichi più o meno gravi.

 

Covid-19: il vaccino per le donne in gravidanza

Ovviamente il discorso dei vaccini Covid-19 in gravidanza non riguarda solo la salute di quest’ultime, ma anche quella del bambino. Il rischio di contrarre questa malattia può portare a diverse complicanze importanti e difficili da gestire. Un esempio banale è una nascita prematura la quale può a sua volta portare a problemi di sviluppo nel neonato.

Se le donne in gravidanza sono tra i gruppi a rischi, per certi versi sono anche tra i gruppi più riluttanti in quanto possono avere paura di reazioni particolari al trattamento. Le parole della direttrice del CDC, la dottoressa Rochelle Walensky: “Incoraggio vivamente coloro che sono incinte o che stanno valutando la gravidanza a parlare con il proprio medico dei benefici protettivi del vaccino Covid-19 per mantenere i propri bambini e se stessi al sicuro.”