sesso-animali
Photo by Kelly Sikkema on Unsplash

La temperatura controlla la determinazione del sesso nella maggior parte delle tartarughe, molti pesci, coccodrilli e persino alcune lucertole. Se lo stesso dovesse accadere negli esseri umani, sarebbe un problema. Secondo Karla Moeller, biologa dell’Arizona State University, negli Stati Uniti, in una finestra temporale durante lo sviluppo embrionale di vari animali, la temperatura può influenzare la produzione di ormoni sessuali e, di conseguenza, il destino di una persona.

Una delle cause per determinare il sesso è la presenza di un enzima noto come aromatasi , che converte gli ormoni sessuali maschili in quelli femminili.

In molti casi, come nella tartaruga dalle orecchie rosse, il calore applicato durante la fase di sviluppo può aumentare la presenza dell’enzima e quindi dare origine a più femmine. Tuttavia, gli esperti ancora non sanno perché la determinazione sessuale di alcune specie dipende dalla temperatura, sebbene ci siano diverse teorie sul fenomeno.

 

Lo studio

Jennifer Graves, genetista presso La Trobe University in Australia, ha detto che la migliore ipotesi è che la determinazione del sesso dipendente dalla temperatura sia originata dalla mancanza di cure parentali dei rettili – un meccanismo di difesa in base al quale i genitori usano strategie che aumentano la sopravvivenza della loro prole – con le uova in stretta interazione con l’ambiente.

Tutte le determinazioni sessuali dipendenti dalla temperatura avvengono nelle specie ovipare, il che significa che le temperature interne cambiano a seconda dell’ambiente. Gli esseri umani non sono una di quelle specie, quindi è altamente improbabile che il fenomeno si ripeta, poiché il corpo mantiene costantemente una temperatura corporea di 37 gradi Celsius.

Tuttavia, se fosse possibile determinare il sesso di un essere umano in base alla temperatura, ciò causerebbe numerosi problemi, a cominciare dal fatto che i genitori sono tentati di scegliere il sesso dei propri figli.

Un altro rischio importante sarebbe il potenziale squilibrio tra i sessi in una società. “Sfortunatamente, in molti luoghi su questo pianeta, il sesso preferito sarebbe il maschio“, ha detto Diego Cortez, biologo presso l’Università Nazionale Autonoma del Messico.

Photo by Kelly Sikkema on Unsplash