fiore-ambra

Un gruppo di ricercatori della Oregon State University ha identificato un nuovo genere di fiore del periodo medio del Cretaceo. Questo è stato trovato congelato nel tempo dall’ambra birmana. George Poinar Jr., professore presso la Facoltà di Scienze dell’OSU, è felicissimo della scoperta del team. “È una bellezza, soprattutto considerando che faceva parte di una foresta che esisteva 100 milioni di anni fa“, ha sottolineato.

Il fiore maschile, nonostante sia minuscolo, poiché è largo solo 2 millimetri, ha circa 50 stami disposti a spirale, con le antere che puntano verso il cielo“, ha rivelato Poinar in una dichiarazione. Gli stami sono foglie modificate negli organi riproduttivi maschili, producendo granuli di polline. “Nonostante sia così piccolo, il dettaglio rimanente del fiore è incredibile“, spiega Poinar, aggiungendo che la specie trovata “probabilmente apparteneva a un gruppo di piante che contenevano molti fiori simili, con alcuni forse femminili“.

 

Un fiore che viene dal passato

Il piccolo fiore ha ancora una ciotola floreale vuota a forma di uovo, la parte del fiore da cui emanano gli stami, uno strato esterno di sei componenti a forma di petalo, noti come tepali, e antere di due camere con sacchi di polline che sono aperto da valvole con cerniere laterali.

I ricercatori dell’OSU e del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti hanno chiamato il nuovo fiore Valviloculus pleristaminis“Valva” è il termine latino per classificare l’anta di una porta a soffietto, “loculus” significa “compartimento”, “plerus” si riferisce a “molti” e “staminis” riflette le dozzine di organi sessuali maschili nel fiore.

Il fiore è stato racchiuso nell’ambra nell’ex supercontinente del Gondwana ed è stato trasportato su una placca continentale dall’Australia al sud-est asiatico. Molti fiori di angiosperme sono stati scoperti nell’ambra birmana, la maggior parte dei quali è stata analizzata da Poinar e da un altro specialista, Kenton Chambers. Le angiosperme sono piante vascolari con fusti, radici e foglie e hanno uova che fertilizzano e si sviluppano all’interno del fiore.

Ph. credit: Oregon State University