mutazione visoni danimarca

La Danimarca ha annunciato nuove e rigide restrizioni dopo che le autorità hanno scoperto che una mutazione del Covid-19 nei visoni è stata trovata anche negli esseri umani. Questa mutazione, secondo il primo ministro danese, potrebbe minacciare l’efficacia di un futuro vaccino contro il virus.

Di conseguenza, sette comuni nel nord del paese, sede della maggior parte degli allevamenti di visoni della Danimarca, imporranno restrizioni ai movimenti attraverso i confini della contea. I cittadini dello Jutland settentrionale sono fortemente incoraggiati a rimanere nella loro area per prevenire la diffusione del contagio.

 

Nuovo lockdown per la Danimarca dopo he la mutazione dei visoni è stata trovata negli umani

Frederiksen, primo ministro, ha scoraggiato le persone dal recarsi nella regione colpita. I trasporti pubblici saranno chiusi con autobus e treni che non entreranno o usciranno dallo Jutland settentrionale fino al 3 dicembre. Inoltre ha detto che scuole, bar e ristoranti chiuderanno, così come musei, biblioteche, piscine e palestre.

La chiusura arriva un giorno dopo che il governo ha ordinato l’abbattimento di tutti i visoni allevati negli allevamenti in seguito alla scoperta del virus mutato. Finora, a 12 persone è stata diagnosticata la nuova forma del virus. I funzionari sanitari hanno affermato che non ci sono, al momento, forme più gravi della malattia. Oltre la metà dei 783 casi di Covid-19 umano nel nord della Danimarca dipendono dal visone.

Almeno 207 aziende agricole sono state infettate, rispetto alle 41 del mese scorso e il virus si è diffuso in tutta la penisola occidentale dello Jutland. Il governo ha affermato che l’abbattimento dei 15 milioni di visoni stimati nel paese potrebbe costare 670 milioni di euro in meno. Le autorità chiedono l’abbattimento degli allevamenti di visoni infetti da giugno a causa dei persistenti focolai negli allevamenti di visoni.

La Danimarca è il più grande produttore mondiale di pelli di visone, produce circa 17 milioni di pellicce all’anno e impiega circa 4.000 persone. L’anno scorso, l’industria della pelle di visone danese ha collezionato esportazioni per circa 800 milioni di dollari. Per fortuna il governo ha dichiarato che si prevede un risarcimento per tutti gli agricoltori della zona.

Foto di Derek Naulls da Pixabay