i-terremoti-a-yellowstone-ce-da-preoccuparsi-o-no

A Yellowstone si stanno verificando una lunga serie di terremoti. Molti li stanno prendendo come monito per indicare che a breve dovrebbe arrivare un’eruzione vulcanica. Il problema è che un’eruzione vulcanica di questo vulcano vorrebbe dire vedere spazzati via gli Stati Uniti. L’ultima volta che ha eruttato, si stima che un’aerea di 7.500 km quadrati sia stata coperta da cenere.

In realtà però sembra che non ci sia da preoccuparsi. Uno dei maggiori esperti nel parco sottolinea che questa scia è completamente nella norma. Le sue parole. “È abbastanza normale per la regione in cui vediamo in media tra i 1500 e i 2500 terremoti ogni anno in media. Quindi, in effetti, siamo un po ‘al di sotto della media di questo mese.”

Si tratta di terremoti di scarsa intensità considerando che il più grande è stato registrato il 5 giugno ed era di appena 2,8 di magnitudo. L’unico punto è che risultano essere tanti visto che solo tra il 12 e il 15 giugno ne sono stati registrati 17 in scia.

 

Yellowstone: i terremoti sono di casa

La maggior parte dei terremoti che avvengono nei pressi del parco neanche si sentono essendo troppo poco intensi o perché avvengono a una profondità considerevole. Se si vanno a contare anche questi eventi, per la zona è normale che ci sia un totale anche di 3.000 l’anno. Gli eventi più grossi si stanno verificando nei dintorni con scosse di assestamento che raggiungono anche i 5 di magnitudo. Gli ultimi sono stati registrati nell’area di Salt Lake City. In sostanza, c’è nulla di cui avere paura allo stato attuale.