un-concerto-particolare-niente-pubblico-umano-ma-solo-fatto-di-piante

A Barcellona si terrà un concerto particolare domani, a opera del Liceu, il teatro dell’opera della città. Ad assistere alla performance non ci saranno esseri umani, ma solo un pubblico vegetale, solo piante e anche tante. 2.292 piante le quali, inseguito, verranno donate agli ospedali della zona come messaggio sociale.

L’idea di tutto questo è dell’Artista Eugenio Ampudia e l’opera che il quartetto di archi suonerà sarà I Crisantemi di Giacomo Puccini, un’ovvia e quasi costretta scelta. Come detto, le piante saranno poi date a tutti quegli operatori sanitari che hanno combattuto in prima linea contro la malattia causata dal coronavirus, il Covid-19.

 

Un concerto per le piante

Le parole dell’ideatore: “In un momento in cui ci siamo rintanati all’interno delle nostre case, la natura si è fatta avanti per occupare gli spazi che abbiamo ceduto, e lo ha fatto seguendo il proprio ritmo, secondo il suo ciclo biologico. Possiamo ampliare la nostra empatia verso altre specie? Cominciamo usando l’arte e la musica e invitando la natura in una grande sala da concerto”.

Si tratterà uno dei primi concerti finita la quarantena in Spagna, di sicuro si tratterà del primo in assoluto per il regno vegetale. Qualcuno potrebbe trovarla un’idea stupida frivola, è comunque un gesto di solidarietà. Tra l’altro, se anche il concerto è pensato dal vivo per le piante, anche noi persone potremo assistere all’esecuzione visto che ci sarà la riproposta in live streaming.

In ogni caso, come detto, rimane un gesto per mostrare il proprio a sostegno a tutte quelle persone che finora si sono impegnate in prima linea negli ospedali a combattere contro una pandemia, soprattutto in Spagna, il paese europeo più colpito dopo il Regno Unito.