Ieri sera sarebbe dovuto avvenire un evento importantissimo, una pietra miliare nella storia di SpaceX, ma anche della NASA. La compagnia privata avrebbe per la prima volta portato degli astronauti in carne d’ossa sulla Stazione Spaziale Internazionale. La notizia principale del giorno è il fatto che il lancio è stato rimandato a causa del maltempo, ma comunque c’è stato anche un siparietto particolare durante la conferenza stampa, un alligatore.

Ore prima dell’evento, un rettile speciale si è fatto un giro sul verde prato che è presente tutto intorno sito di lancio della NASA a Cape Canaveral. Sebbene possa sembra un avvistamento raro, non è lo così tanto. Il sito in questione infatti, condivide un confine della proprietà con una riserva per animali.

 

L’alligatore alla NASA

La stessa agenzia spaziale statunitense ha scritto un articolo sul sito ufficiale due anni fa spiegando il motivo della presenza di animali strani. La proprietà condivide il confine con il Merritt Island National Wildlife Refuge dove sono presenti più di 330 specie di uccelli nativi e migratori, 25 specie di mammiferi e 65 specie di anfibi e rettili. Non è quindi raro che qualcuno finisca per fare una passeggiata oltrepassando il suddetto confine.

Negli anni non ci sono mai stati incidenti dovuti allo sconfinamento. Di sicuro fa strano pensare a tutti quegli animali che hanno un angolo di visione unico sul sito di lancio della NASA, sebbene dal 2011 in poi ci siano stati ben pochi lanci. Quello di SpaceX sarebbe dovuto essere il primo di una lunga serie, ma per ora è stato rimandato.