coda-dinosauro-spinosauro-scoperta

In Marocco, in una delle zone rocciose del deserto del Sahara, la regione del Kem Kem Debs, alcuni ricercatori hanno portato alla luce qualcosa di incredibile. Si tratta della coda fossile del più grande predatore che abbia mai camminato vissuto sul nostro pianeta, anche se era acquatico; anche la più completa, tra l’altro. Il suo nome è Spinosaurus aegyptiacus.

A livello di dimensioni poteva soltanto che essere invidiato, anche da uno dei dinosauri considerati come l’immagine stessa di queste antiche specie, il T.rex. Da adulto lo spinosauro era molto più grande e e forte. La coda era proprio una delle armi principale della specie e questo grazie ai possenti muscoli e ai processi ossei presenti.

 

La coda di un mostro

Le parole di un membro del team, Simone Maganuco, paleontologo presso il Museo di Storia naturale di Milano: “Per la prima volta si dimostra che lo spinosauro era un dinosauro prevalentemente acquatico che in acqua si muoveva grazie a una coda molto più efficiente di quella lunga e sottile dei dinosauri carnivori terrestri, paragonabile invece a quella dei coccodrilli odierni. È il più completo individuo di Spinosaurus mai rinvenuto e il dinosauro carnivoro meglio conosciuto del Cretacico africano.”

coda-dinosauro-spinosauro-scoperta

Gli studi hanno datato il periodo di vita di questo dinosauro intorno ai 97 milioni di anni fa, nel periodo cosiddetto Cretaceo. Un ritrovamento fortunato che va a unirsi a quelli di un altro esemplare portato alla luce nel 2014. Questo dinosauro è quasi un mistero per certi versi. La scoperta della coda ha permesso di capire che c’è stato un adattamento alla vita acquatica di questi mostri.