coronavirus

Il video girato con un drone mostra come Wuhan, in Cina – la città in cui ha avuto origine il coronavirus – sia diventata una vera città fantasma. I numeri aumentano di giorno in giorno. Il coronavirus ha già causato più di mille morti e quasi 72.000 contagiati in 24 paesi. Dal 23 gennaio, il governo cinese ha ordinato di mettere in quarantena i residenti.

Sarebbero, secondo le stime, oltre 11 milioni i residenti costretti a rimanere a casa per cercare di contenere la diffusione del virus, e le autorità hanno anche vietato la circolazione di veicoli privati ​​nel centro della città.

E così, grazie a questa quarantena – che può già essere considerata la più lunga della storia – Wuhan è diventata una vera città fantasma. Per dimostrarlo, basta guardare il video della ABC News girato con un drone.

Città fantasma

Le testimonianze raccolte da Business Insider mostrano che i residenti escono di casa solo per comprare cibo e/o altre vettovaglie, oltre immancabili maschere. All’interno di questi stabilimenti, alcuni dipendenti scelgono di indossare indumenti protettivi per tutto il corpo.

Secondo l’agenzia Reuters, le autorità cinesi hanno chiesto agli agricoltori di aumentare la produzione di ortaggi e hanno aperto alcune strade chiuse per consentire il trasferimento dei camion di consegna.

Il governo ha anche minacciato i proprietari di negozi con severe punizioni nel caso avessero aumentate i prezzi di cibo e maschere (che sono obbligatorie a Wuhan).

Con gli ospedali della città a corto di letti disponibili, la Cina ha costruito un nuovo ospedale in soli otto giorni. Anche stadi e altri edifici vengono utilizzati per accogliere i pazienti.