gatti-espressioni

I volti dei nostri animali domestici sono spesso difficili da interpretare, ma nel caso speciale dei gatti possono essere completamente indecifrabili. Ricerche recenti suggeriscono che le espressioni facciali di questi gatti sono abbastanza chiare: il problema è che non possiamo capirle.

 

L’indagine

Più di 6.000 partecipanti provenienti da 85 Paesi diversi sono stati coinvolti in questa indagine, molti dei quali erano proprietari di gatti. I volontari sono stati sfidati a guardare video con espressioni di animali e ad indovinare cosa provavano i gatti. Secondo gli scienziati, il punteggio medio di successo è stato di 6 su 10, con il 13% dei partecipanti che ha raggiunto un punteggio di 7,5 o superiore.

Questi partecipanti che hanno saputo “leggere” le espressioni degli animali domestici sono stati chiamati “incantatori di gatti”. I gatti ci raccontano le cose con i loro volti e, se siamo abili, siamo in grado di rilevare ciò che gli animali significano per noi“, ha detto l’autore principale Georgia Mason, un biologo dell’Università di Guelph in Ontario. Questi risultati indicano che i gatti siano in effetti difficili da leggere ma non indecifrabili.

I ricercatori hanno concluso che le donne hanno ottenuto risultati migliori rispetto agli uomini. Allo stesso modo, i giovani erano più numerosi degli anziani. Non sorprende, tuttavia, che i migliori punteggi siano stati ottenuti da professionisti che hanno lavorato direttamente con i gatti, come ad esempio i veterinari. I veterinari “hanno molte opportunità durante la loro vita di imparare a ‘leggere’ i gatti, nonché molta motivazione per imparare“, ha detto Mason .

I risultati di questa ricerca indicano che la maggior parte delle persone può beneficiare di questa interpretazione del linguaggio del corpo e dell’espressione facciale di questi gatti. “I gatti hanno espressioni facciali coerenti che probabilmente si sono evolute nel tempo“, ha aggiunto Mason.

Questo studio è molto importante poiché le persone tendono ad avere un rapporto minore con i gatti rispetto ai cani, per esempio. La prova che i gatti abbiano espressioni che alcune persone potrebbero essere in grado di identificare può fornire agli esseri umani strumenti che aiutano i proprietari e il veterinario stesso a comprendere meglio l’animale.