egitto-tombe

Un’équipe di archeologi ha scoperto almeno 20 sarcofagi ben conservati in un’antica tomba vicino alla città egiziana meridionale di Luxor, ha dichiarato questa settimana il ministero delle Antichità egiziano. Secondo il governo egiziano, sono state rinvenute bare di legno nella necropoli di Asasif, sulla riva occidentale del fiume Nilo, che faceva parte dell’antica città di Tebe, le cui rovine si trovano ora nella città di Luxor.

I sarcofagi sono disposti su due livelli, nel mezzo di una tomba, come “gli antichi egizi li hanno lasciati“. Le bare, che non sono ancora state aperte, sono state trovate in perfette condizioni di conservazione, mantenendo incisioni e dipinti con i quali sono state adornate.

Questa è “una delle scoperte più grandi e importanti degli ultimi anni“, ha detto il Ministero delle Antichità egiziano, citato dall’emittente britannica BBC. L’agenzia governativa egiziana non ha elaborato ulteriormente alcuna teoria possibile. Tuttavia, sabato 19 ottobre si terrà una conferenza stampa che fornirà maggiori dettagli sui 20 sarcofagi ora trovati.

 

Le tombe della Valle dei Re

La maggior parte delle tombe situate ad Asasif, vicino alla Valle dei Re, appartengono al periodo tardo egiziano (664-332 a.C.).

Negli ultimi mesi, l’Egitto ha annunciato una serie di antiche scoperte, nella speranza di animare l’industria turistica del Paese, la sua principale fonte di reddito nazionale. Il settore è stato colpito duramente negli ultimi dieci anni dall’instabilità che ha seguito il tumulto popolare del 2011, che ha rovesciato il dittatore di lunga data Hosni Mubarak.