dinosauri

Una ricerca dell’Università di Berkeley ha dimostrato che, in realtà, la fine dei dinosauri e dei pesci è giunta ed ha sterminato in poche ore o addirittura in decine di minuti dopo la caduta dell’asteroide Chicxulub. La causa è stata un’onda fuori dall’ordinario proveniente dal mare e da una pioggia di sfere di vetro.

Secondo il paleontologo Robert DePalma e il suo studio effettuato nell’arco di sei anni, gli scavi nel deposito Tanis, nel Nord Dakota, (vicino al comune di Bowman, nella formazione geologica di Hell Creek) hanno portato alla luce un campo che dimostra come la scomparsa di queste specie sia stata generata in pochissimo tempo, dopo l’impatto di Chicxulub nel Golfo del Messico.

 

Cosa si è verificato dopo l’impatto

Robert ha indicato di aver trovato “la prima serie di morti di massa di grandi organismi mai scoperta finora” e il periodo corrisponde al Cretaceo e Paleogene. Si produsse una grande quantità di insetti e animali, ma tra questi è stata evidenziata la presenza di un Tyrannosaurus rex e un triceratopo, impressa sulla superficie delle rocce del luogo.

I pesci che sono stati trovati molto più nascosti nell’area hanno rivelato alcune sfere di vetro di diversi millimetri di diametro nelle loro branchie. Queste hanno rivelato che sono state consumate nel momento in cui il pesce nuotava a bocca aperta. Gli scienziati, quindi, sono stati portati a credere che c’è stata una pioggia di cristallo tra i 45 minuti e un’ora dopo l’impatto.