Image_prova camerino virtuale

Sempre più spesso si sente parlare di realtà aumentata: non a caso sono tantissimi i campi di applicazione già sperimentati, e tanti altri si stanno via via aggiungendo alla lista. Il potenziale della Augmented Reality (AR) viene già sfruttato nel settore del marketing ma le potenzialità da esplorare sono ancora tantissime.

Basta citare l’esempio del noto social network di Mark Zuckerberg, Facebook, che sta al momento pensando di testare la realtà virtuale sulla propria piattaforma all’interno degli annunci pubblicitari. Si tratta di una novità attualmente prevista solo negli Stati Uniti d’America, che potrebbe però diffondersi presto anche in Europa e in Italia. Vediamo di capire meglio di cosa si tratta e quali sono le novità più eclatanti in vista.

 

Su Facebook sbarca la prova camerino

L’annuncio è arrivato direttamente dai canali ufficiali della piattaforma, dunque la prova camerino virtuale è già realtà. In cosa consiste questa novità? In pratica le promozioni nel News Feed diventeranno interattive, trasformandosi in un vero e proprio camerino virtuale. Al suo interno l’utente potrà indossare digitalmente gli oggetti in vendita per vedere come gli stanno.

Il primo test ha coinvolto un annuncio in AR con gli occhiali da sole di Michael Kors: a breve, quindi, potremo provare con l’augmented reality capi d’abbigliamento, scarpe e borse di brand come Michael Kors tipo questi per vedere come ci stanno. Si parla dunque di una rivoluzione epocale, che presto ci permetterà di accedere a camerini virtuali.

 

AR Market: una novità tutta made in Italy

Che l’idea della realtà aumentata applicata alle vendite sia quanto mai attuale lo dimostra la nascita di una start up made in Italy chiamata AR Market, che ha pensato di creare un marketplace interamente in AR. Si tratta di un’ulteriore testimonianza dei progressi in questo campo anche in terra nostrana oltre che dai colossi hi-tech come Facebook.

Il marketplace ideato da questa startup italiana includerà una serie di shop appartenenti ai brand più noti, integrandoli all’interno di una singola piattaforma e facilitando la vita agli utenti. Un’idea destinata ad essere vincente perché in grado di venire incontro alle molteplici esigenze dei consumatori: semplificazione del processo d’acquisto, accesso a molti marchi come nei negozi multimarca, certezza della taglia e della vestibilità dei capi acquistati online.

 

Le prospettive per gli utenti

L’AR consentirà agli utenti un nuovo approccio alla realtà del digitale: dopo il successo di app come Pokemon Go, oggi la questione comincia a farsi più seria. La realtà aumentata, infatti, permetterà non solo di provare vestiti e accessori “in diretta”, ma anche di acquistarli con un semplice click.

Dunque, questa situazione accelererà in modo clamoroso il processo di acquisto sul web, rendendolo ancora più veloce e immediato. Il web marketing, poi, punterà sempre più forte sull’aspetto della gamification: ciò vuol dire che prenderà spunto dalle logiche dei giochi in AR, trasferendole alla promozione.

La realtà aumentata è destinata a modificare per sempre la nostra percezione della realtà: basta solo avere pazienza e attendere che tutte queste novità siano disponibili sui nostri dispositivi.