Home Curiosità Giappone: la curiosa storia del magico lago blu

Giappone: la curiosa storia del magico lago blu

La gente del posto, sulla remota isola di Hokkaido, in Giappone, chiama questo luogo bellissimo The Blue Pond. Ma potrebbero chiamarlo anche The Magical Lake That Changes Color With the Mood of the Weather Gods (Il lago magico che cambia colore con l’umore degli dei delle stagioni).

 

Il fotografo giapponese Kent Shiraishi è l’autore di una fotografia che è ormai nota a milioni di persone come lo sfondo per il desktop OSX Mountain Lion – la controparte dei campi di erba verde di Windows Xp. Ma, se la maggior parte di noi conosce la foto di Shiraishi, ignora l’affascinante storia alle sue spalle.

Il lago blu si trova a Biei, sull’isola giapponese di Hokkaido, circa 6 chilometri di distanza da un vulcano attivo chiamato Monte Tokachi.

Tokachi è un luogo formidabile e bello, nel senso anche puramente legato allo sviluppo intorno ad esso. Nel 1989, il governo della città aveva organizzato un programma di infrastrutture ambizioso per proteggere Biei dai danni incredibili che la lava e le colate di fango avevano causato dopo un’eruzione. Ciò ha portato alla creazione di stagni.

 

Il lago blu riceve così tanta attenzione a causa della sua scintillante tonalità blu, appunto, che si trasforma in un bel verde con alcune sfumature e gradazioni di luce. L’effetto è causato dall’acqua, contenente un colloide – una miscela di idrossido di alluminio-microscopica, un minerale naturale usato per fare antiacidi. Quelle particelle riflettono la luce blu (un fenomeno simile a quel che rende il cielo blu), il che significa che cambiano drasticamente con la luce.

Shirashi  vive a Biei. E ritorna al “suo” stagno blu nel mese di ottobre, per immortalare le prime nevicate.

Send this to a friend