neerja-bhanot
Ph. credit: Musafir

Ci sono diversi requisiti richiesti per lavorare come assistente di volo in una compagnia aerea. Altezza specifica, saper nuotare, padronanza delle lingue, e molto altro. Alcuni di essi possono variare a seconda della compagnia aerea ma uno di questi si ripete sempre: garantire la sicurezza dei passeggeri.

Negli ultimi anni abbiamo visto come il lavoro svolto dagli assistenti di volo sia estremamente importante. Anche se potremmo fare diversi esempi di incidenti in cui molti passeggeri sono riusciti a sopravvivere grazie all’equipaggio e alla sua preparazione, vogliamo raccontarvi la storia di Neerja, l’assistente di volo del volo Pan Am 73.

 

La vita di Neerja Bhanot

La sua storia inizia il 7 settembre 1963 a Chandigarh (India). In questa città è nata Neerja Bhanot, una giovane donna della classe media che, secondo la tradizione, ha ottenuto un matrimonio combinato nel 1985. Sebbene la sua famiglia fosse sicura che tutto sarebbe andato a buon fine, le cose non andarono bene e poco dopo il matrimonio la ragazza decise di tornare a casa sua, a Bombay.

Nonostante questo, Neerja non ci pensò due volte e, dopo aver svolto diversi lavori come modella, decide di candidarsi per il posto di assistente di volo in una delle compagnie aeree più prestigiose dell’epoca, la Pan Am. Per diverse settimane, il centro di addestramento che la compagnia aerea aveva a Miami divenne la sua seconda casa. Le ore e le settimane di fatica furono ripagate e finalmente Neerja poté a volare per la Pan Am.

Nel gennaio del 1986 entrò a far parte della famiglia di questa grande compagnia aerea dove svolse un ottimo lavoro, diventando assistente di volo nell’aprile dello stesso anno.

 

Volo Pan Am 73

Il 5 settembre 1986, Neerja avrebbe dovuto volare da Bombay a New York a bordo del Boeing 747 noto come Clipper Empress of the Seas. Prima di raggiungere la sua destinazione finale, il volo Pan Am 73 dovette effettuare due scali, il primo a Karachi (Pakistan) e il secondo a Francoforte (Germania).

All’arrivo a Karachi, tutto sembrava filare liscio. L’imbarco era completo e i 19 membri dell’equipaggio e 360 ​​passeggeri stavano per riprendere il viaggio. Prima del decollo, un furgone che sembrava appartenere alla sicurezza dell’aeroporto si fermò su uno dei gradini dell’aereo. Ne uscirono quattro dirottatori pronti a seminare il panico a bordo.

Vedendoli, Neerja ebbe la prontezza di allertare i suoi colleghi, aiutando così a far scappare pilota, copilota e ingegnere di volo. In quel momento, la giovane assistente di volo divenne la massima autorità su quell’aereo. Ecco perchè mise da parte le sue paure, apprestandosi a fare da tramite con i terroristi e cercare di soddisfare le loro richieste.

Tra gli obiettivi dei terroristi c’erano i passeggeri americani. Per questo le fu richiesto di ritirare i passaporti per identificare tutti. Sapendo qual era l’obiettivo, decise di nascondere questi documenti sotto i sedili o tra i rifiuti. Sapeva che questo poteva costargli la vita, ma la sicurezza dei suoi passeggeri era la sua priorità.

Passarono le ore e a Karachi era già notte. La situazione si faceva sempre più difficile, i rapitori avevano iniziato a provocare piccole esplosioni a bordo, sebbene la loro intenzione fosse quella di provocarne una più grande e in grado di sterminare tutti.

L’assistente di volo decise così di porre fine alle oltre 16 ore di dirottamento e salvare tutti aprendo una delle porte dell’aeromobile. Durante l’evacuazione i terroristi non smisero mai di sparare, così decise ancora una volta di rischiare la vita proteggendo tre bambini dai proiettili. Sfortunatamente Neerja fu colpita da alcuni proiettili e morì poche ore prima di festeggiare il suo compleanno.

Delle 379 persone che stavano viaggiando su quell’aereo, solo 20 sono morte grazie al coraggio e alla professionalità di Neerja Bhanot.

Il suo lavoro è stato premiato con numerosi premi come l’Ashoka Chakra, uno dei più importanti in India. Inoltre, con i soldi ricevuti dai suoi genitori, sono stati creati i Neerja Bhanot Pan Am Trust Awards. Grazie ad essi vengono premiati i membri di equipaggio che agiscono oltre il loro dovere.

 

Neerja, il film

Il 19 febbraio 2016 è uscito il film su Neerja con protagonista una delle più grandi attrici di Bollywood, Sonam Kapoor.

Potete vedere il trailer del film e una delle parti del making of qui: