batteria-auto
Photo by Zac Ong on Unsplash

È difficile da credere, ma agli albori dell’era delle batterie, nella seconda metà del XIX secolo, le batterie occupavano diversi metri quadrati e richiedevano mesi per essere caricate! Fortunatamente, non è il caso in questi giorni. Gli ultimi modelli di batterie per auto hanno un’alta potenza di avviamento in piccole dimensioni e sono in grado di avviare quasi tutti i motori a bassi regimi. Le moderne batterie per auto sono caratterizzate da una maggiore sicurezza, che è dovuta alle caratteristiche del loro design, l’uso di strati e piastre speciali, fornendo una completa tenuta del dispositivo e impedendo il corto circuito, incendio o esplosione.

 

Tipi di accumulatori per automobili

A seconda della necessità di manutenzione, le batterie per auto sono solitamente divise in tre tipi:

Utilizzabile. Queste batterie per auto sono piene di elettrolita, che può ribollire durante l’uso. Se il livello dell’elettrolito o dell’acqua è basso, la batteria può deteriorarsi, quindi devono essere rabboccate periodicamente con del liquido. La necessità di manutenzione influisce negativamente sulla popolarità di questo prodotto, per cui queste batterie, nonostante il loro basso prezzo, sono prodotte in quantità molto minori rispetto a un paio di decenni fa.

Batterie a bassa manutenzione. Queste batterie praticamente non richiedono manutenzione, ma il livello dell’elettrolito deve essere controllato occasionalmente.

Senza manutenzione. Queste batterie sono completamente sigillate, non richiedono il controllo da parte dell’utente e sono prodotte con le ultime tecnologie. Questa categoria comprende i modelli a gel, calcio e piombo-acido, dove l’elettrolita viene assorbito o addensato con l’aiuto di una fibra di vetro e un separatore, e la sovrapressione viene normalizzata con l’aiuto di valvole speciali, che scaricano l’ossigeno e l’idrogeno. I modelli di batterie resistenti alle vibrazioni con elettrolita addensato sono destinati ad automobili e camion, macchine edili e agricole con motori a benzina e diesel. Sono ovviamente più costosi, ma i loro vantaggi e la loro durata (fino a 7 anni) giustificano pienamente il costo elevato.

Indipendentemente dal tipo di batteria del veicolo, la scarica profonda e il sovraccarico dovrebbero essere evitati perché possono distruggere le piastre anche nei modelli ibridi costosi con le ultime leghe.

 

I segni principali di quando è il momento di sostituire la batteria sono

Guarda la data di fabbricazione

Il modo più semplice per dire quando la tua batteria è alla fine della sua vita utile è guardare la data di fabbricazione e il calendario. Certo, con una cura adeguata una batteria potrebbe durare più a lungo della media, ma più spesso che no, se ha più di 5 o 6 anni, è il momento di prendere in considerazione una sostituzione. Questo è particolarmente vero alla vigilia dell’inverno. Una fonte di energia più vecchia potrebbe non essere in grado di far fronte alle dure condizioni operative e improvvisamente fallire completamente.

Scarsa trazione all’avvio e le luci sul cruscotto brillano debolmente

Se gli indicatori del cruscotto o l’illuminazione interna sono fiochi quando il motore si avvia e il motorino di avviamento non è in grado di mettere in moto il motore, questo indica che la batteria manca di potenza e non funziona come dovrebbe. Naturalmente, la causa potrebbe essere terminali ossidati o sottocarica, o potrebbe essere molto più grave.

 

Aspetto povero

Ispezionate la cassa se ci sono gocce di acido sulla superficie, depositi bianchi sui terminali, danni alla plastica – questi sono tutti fattori negativi. Particolarmente pericolose sono le crepe che possono verificarsi per diverse ragioni: ebollizione o congelamento dell’elettrolito, impatto durante un incidente.

 

Bassa tensione terminale

Se avete un tester per batterie, potete usarlo per valutare le condizioni di funzionamento della batteria. Usalo per misurare la tensione attraverso i terminali della batteria. La tensione a circuito aperto (OCV) dovrebbe normalmente essere compresa tra 12,6V e 12,7V.

 

Come scegliere una batteria per auto

Ci sono diverse cose da considerare prima di scegliere una batteria per la vostra auto. È saggio consultare il manuale del proprietario dell’auto dove si possono trovare tutte le informazioni importanti sulla batteria. Puoi anche esaminare attentamente il modello di batteria precedente: la sua capacità, il metodo di montaggio, le dimensioni, la polarità e la posizione del terminale (a filo o sporgente).

La capacità minima raccomandata della batteria è generalmente specificata dal produttore dell’auto, ma quando si collegano apparecchiature elettriche aggiuntive, è necessario scegliere batterie per auto con una capacità superiore. Altrimenti potrebbe non esserci abbastanza energia per avviare il motore dell’auto. Un altro fattore nella scelta di una batteria è la sua potenza di avviamento, poiché alcuni veicoli funzionano con una corrente di avviamento più elevata.

 

Informazioni tratte da:

https://www.autoparti.it/batterie

https://www.motorimagazine.it/batterie-auto-sostituzione-manutenzione/