neanderthal, pene

La scienza è ormai concorde sul fatto che i primi esseri umani, intesi come i primi Homo sapiens, si incontrarono, anche carnalmente, con i Neanderthal. Questo particolare aspetto della vita dei Neanderthal è di grande interesse per i ricercatori. Comprendere alcuni aspetti della vita sessuale dei Neanderthal, potrebbe essere fondamentale per la completa conoscenza di questi nostri antichi antenati e, dunque, della nostra storia.

 

La sessualità dei Neanderthal e dei primi sapiens

Secondo un esaustivo articolo della BBC sull’argomento, sembra che i ricercatori si siano largamente occupati nel mettere insieme informazioni sulle vite sessuali preistoriche dei nostri antenati.

Tra tutte queste informazioni ve ne sono alcune che hanno davvero colpito i ricercatori. A quanto pare ci sono informazioni sui baci tra i Neanderthal, è dunque probabile che questa azione umana, abbia tracce molto antiche.

Inoltre sembra anche che i nostri antenati si siano scambiati con i Neanderthal delle malattie sessualmente trasmissibili. È infatti probabile che i primi sapiens abbiano preso l’HIV dai Neanderthal che in cambio avrebbero ricevuto dai sapiens l’herpes.

 

Il pene nell’evoluzione della specie umana

Un altro aspetto largamente preso in considerazione, è l’aspetto ed il funzionamento del pene nei Neanderthal, un aspetto importante per la comprensione della storia umana. Per prima cosa va detto che anche i Neanderthal, proprio come gli esseri umani moderni, a differenza di molti altri animali, presentano un pene liscio, ovvero privo di “spine”.

Sembra dunque che il pene liscio sia un aspetto peculiare della specie umana sin quasi dall’inizi. La maggior parte degli animali infatti ha un pene ricoperto da spine o piccole punte.

Le spine, presenti anche in specie vicine all’uomo come gli scimpanzé, non sono innervate. Piuttosto, si pensa che le spine del pene “si siano evolute per eliminare lo sperma dei maschi in competizione, o per irritare leggermente la vagina della femmina, inducendola a smettere di fare sesso di nuovo per un po'”.

 

I Neanderthal erano monogami

Questo aspetto, secondo la BBC, suggerisce che le spine del pene siano scomparse dagli antenati umani almeno 800.000 anni fa. Apparentemente la mancanza di spine del pene è correlata alla natura monogama umana. Quindi il fatto che anche i Neanderthal ne fossero privi, suggerisce che anche questi nostri antenati preistorici, erano probabilmente monogami.

Le ricerche sulla sessualità e sugli organi riproduttivi dei nostri antenati, sembrano dunque fornire la prova che alcuni comportamenti umani si sono evoluti davvero molto tempo fa.

Foto di sgrunden da Pixabay