budelli

Mauro Morandi è stato l’unico abitante di un’isola nel Mar Mediterraneo per 30 anni, dove ha voluto continuare a vivere il resto della sua vita. Tuttavia, oggi è costretto a lasciarlo. Le autorità italiane, infatti, stanno accelerando i piani per cambiare lo stile architettonico della dimora in cui vive per trasformarla in un osservatorio ambientale, mettendo fine al suo soggiorno sull’isola di Budelli, al largo della costa sarda.

Mauro Morandi, ex insegnante, è arrivato sull’isola per caso mentre cercava di navigare dall’Italia alla Polinesia, 31 anni fa. Si innamorò delle acque cristalline dell’atollo, delle sabbie coralline e del bellissimo tramonto e decise di rimanere. “Sono pronto a fare tutto il possibile per rimanere qui, anche se ciò significa che dovranno trascinarmi via. Non saprei più dove andare a vivere, sicuramente non tornerò a casa al nord, né cosa fare – questa è la mia vita“, ha dichiarato Morandi alla CNN.

Morandi, che ha goduto di un ritiro sicuro durante l’emergenza Covid-19 in Italia, ritiene che le autorità gli invieranno l’avviso di sfratto non appena l’estate sarà finita. Morandi teme che Budelli seguirà il destino dell’isola gemella Spargi, dove fu creato un osservatorio che fu successivamente vandalizzato dai visitatori. “Tutto ciò che chiedo è che, se verrò mandato via durante i lavori di ristrutturazione, di poter tornare e continuare a fare ciò che faccio ogni giorno: vegliare sulla minacciata spiaggia di corallo rosa, tenere lontani i turisti, proteggere la natura. Temo che se me ne andrò, sarà la fine di Budelli”, ha detto.

 

Una petizione online

A tal fine è stata lanciata una petizione online che, in pochi giorni, ha raccolto oltre 3.300 firme.

L’isola ha cambiato proprietà più volte negli ultimi anni. Dal 2015 Budelli appartiene al Parco Nazionale della Maddalena, rendendo obsoleto il ruolo di Morandi. Budelli è una delle isole più belle di tutto il Mar Mediterraneo. Tornando alla preistoria quando la crosta terrestre si stava ancora formando, la leggenda narra che si tratta di un frammento del mitico continente perduto di Atlantide inghiottito dall’oceano.