iniezione sperma mal di schiena

Un uomo irlandese di 33 anni, che da tempo soffriva di mal di schiena, ha deciso di ignorare le prescrizioni mediche dei dottori e creare una cura tutta sua. Per questo motivo si è iniettato sottopelle il suo stesso sperma per un anno e mezzo. Ma i risultati non sono stati quelli sperati.

 

La cura fai-da-te a base di sperma contro il mal di schiena

Per il suo mal di schiena infatti i medici avevano elaborato una cura adatta a lui. Ma l’uomo ha ritenuto che non fosse idonea per il suo malessere e così a deciso di provare questa cura sperimentale, ideata da lui stesso.

Nonostante la sua “innovativa cura”, l’uomo non solo non ha ottenuto miglioramenti per il mal di schiena, ma le sue condizioni sono peggiorate, fino ad arrivare al ricovero in ospedale.

Anche in ospedale le condizioni dell’uomo non sono migliorate fino a che, durante un controllo clinico, i medici non hanno notato qualcosa di allarmante. I medici infatti si sono insospettiti a causa di uno strano gonfiore, accompagnato da una reazione cutanea, sul braccio dell’uomo. Il personale sanitario non riusciva a decifrare di cosa si trattasse, fino a che l’uomo, messo sotto pressione, non ha confessato, rivelando che per un anno e mezzo si era iniettato il suo stesso sperma con un ago sottocutaneo comprato online.

 

Il racconto dei medici

La notizia è stata diffusa dall’Irish medical Journal, dove la dottoressa Dunne ha raccontato il bizzarro, quanto pericoloso evento.

La dott.ssa Dunne ha raccontato: “l’uomo ci ha rivelato di essersi iniettato una dose mensile di sperma per 18 mesi consecutivi usando un ago ipodermico acquistato online, ma le sue condizioni di salute non sarebbero migliorate nonostante le iniezioni. Solo con il ricovero in ospedale è riuscito ad alleviare il suo dolore. Aveva escogitato questa ‘cura’ indipendentemente da qualsiasi consiglio medico“.

I medici dell’Adelaide and Meath Hospital hanno dovuto procedere ad una delicata operazione per rimuovere lo sperma dal braccio dell’uomo. Una volta operato la sua salute è finalmente migliorata.

La dott.ssa Dunne ha dichiarato che questo è stato il primo caso segnalato di “iniezione di seme da utilizzare come trattamento medico. L’uomo era convinto dell’efficacia di questo metodo che definiva ‘innovativo’ per trattare il mal di schiena”. Secondo la dottoressa, questo caso potrebbero essere applicato “su una scala più ampia” per dimostrare i rischi associati alla sperimentazione medica, soprattutto se fai-da-te, e quanto sia importante rivolgersi ad un medico e ad una struttura medica, piuttosto che improvvisarsi medici e guaritori.