quanta_monitor

Sapevi che la tua radiazione elettromagnetica dal tuo cellulare è assorbita dalla tua testa e dal tuo corpo? L’esposizione a tale energia a radiofrequenza ha il potenziale per
causare il cancro, come indicato dall’Organizzazione mondiale della salute dal 2011.

Chi è più vulnerabile agli effetti potenzialmente dannosi delle radiazioni dei cellulari sono i giovani, in crescita anche i bambini, molti dei quali stanno diventando dipendenti dai social media e dai giochi.

La start-up finlandese Cellraid ha sviluppato un servizio unico per misurare, monitorare e ridurre l’esposizione alle radiazioni del cellulare. Abbiamo consultato il CEO di Cellraid, Pasi Ala-Mieto il quale afferma: “Il nostro sviluppo è una buona notizia, non solo per i 5 miliardi di utenti di cellulari, ma anche per operatori di telecomunicazioni, produttori di telefoni e telecomunicazioni autorità. Tutti possono beneficiare della nostra capacità di rendere il cellulare meno rischioso, specialmente il crescente numero di utenti giovanissimi di smartphone“.

La regolazione attuale della radiazione del cellulare risale al 1996 quando i cellulari venivano usati semplicemente occasionalmente per chiamate vocali da parte di uomini d’affari. È importante sottolineare che i telefoni trasmettevano solo potenzialmente
radiazioni nocive durante la chiamata stessa. I trasmettitori di telefoni sono stati progettati per non superare il valore SAR 1,6w/kg negli Stati Uniti (2,0 w​​ kg in Europa) pur mantenendo una distanza di 15mm dalla testa, con un’angolazione specifica. Tale scenario di test di laboratorio è molto lontano dal moderno smartphone, sempre connesso all’e-mail e al social media, ricevendo e trasmettendo costantemente e tipicamente portato in una tasca vicino alla pelle e organi importanti.

Non solo il comportamento di utilizzo del telefono è cambiato, ma anche l’utente. Non è più solo uno strumento per gli affari, il telefono è diventato un giocattolo, anche un compagno, per i più giovani e i bambini, compresi i bambini piccoli, di cui molti sono apparentemente dipendenti dal loro uso.

Chiaramente occorre prestare maggiore attenzione ai rischi di esposizione a sostanze potenzialmente cancerogene. Gli strumenti sviluppati da Cellraid, per uso sia consumer che professionale, aumentano la consapevolezza delle frequenze radio e può anche ridurre il livello della nostra esposizione.

 

Essere l’operatore “più sano”: strumenti per le autorità e gli operatori di telecomunicazioni

Quanta Pro misura il livello di esposizione RF dell’utente in il campo, le strade, gli edifici, le case e i luoghi di lavoro. Il software funziona su qualsiasi dispositivo Android. Fornisce una soluzione di misurazione a basso costo per le autorità di telecomunicazione
e operatori per identificare posizioni di esposizione RF elevate.

Quanta Pro è in grado di misurare il livello combinato di radiazione dal cellulare, antenne di rete e anche Wi-Fi. Attualmente gli operatori di rete misurano solo la radiazione dalle antenne di rete (downlink). Però, la principale fonte di RF è il telefono stesso, che
rappresenta il 99,9989% di tutta l’esposizione. “L’aspetto più strano è che le autorità e gli operatori di telecomunicazioni stanno concentrandosi oggi su antenne che rappresentano solo lo 0,001% dell’esposizione“, afferma l’amministratore delegato Ala-Mieto. “Credo che
presto ogni operatore misurerà il livello totale di esposizione RF. E una vera opportunità sorge quando loro competeranno per essere “la scelta più salutare” per i loro clienti“.

 

Seleziona l’operatore “più sano” 

Inoltre, la società ha sviluppato Quanta Monitor, un’app gratuita per i consumatori, per monitorare i livelli di esposizione RF personali, in tempo reale. “Finalmente l’utente è
in grado di conoscere meglio il proprio livello di esposizione alle frequenze radio. A casa e
a lavoro, Quanta Monitor dà loro la possibilità di confrontare le reti e mantenere una cronologia della loro esposizione cumulativa“. 

Quando i limiti regolamentati di SAR, 2.0w/kg (o 1.6w / kg negli Stati Uniti) sono sorpassati, allora l’app di Cellraid entra in azione. Si tratta di Quanta Guard che riduce il livello di esposizione RF, quando il telefono è nella tasca del consumatore. L’utente è protetto e incolume da un’ampia esposizione RF.

Quanta Monitor e Quanta Guard sono disponibili su Google Play Store per smartphone Android. “Non vediamo l’ora di collaborare con produttori di cellulari come Apple, Sony e Samsung, così come gli operatori e le autorità di telecomunicazione“, ci spiega ancora il CEO Ala-Mieto, con l’obiettivo di “rendere migliore tutta la nostra comunicazione e le qualità della vita“.