uomini-relazione

Avere una relazione comporta molte cose di cui occuparsi. Ma la fine di una relazione rappresenta qualcosa che può essere molto più difficile da accettare. Forse, paradossalmente, è proprio la fine di una storia a richiedere più presenza a sé stessi, padronanza della situazione, presenza di spirito.

Anche se è opinione diffusa che le donne trovino più difficile degli uomini superare le rotture, un nuovo studio rivela che proprio questa opinione condivisa da molti ha portato ad un errore di valutazione molto profondo e da sempre. In realtà, è vero il contrario, dal momento che gli uomini sono coloro che hanno difficoltà a far più fatica lasciarlo andare il loro passato.

 

La ricerca

Lo studio condotto su coppie divorziate ha mostrato che, mentre le donne mostravano comportamenti più estroversi, erano invece gli uomini a mostrare instabilità emotiva e coscienziosità.

Un altro studio ha descritto l’impatto di una rottura come maggiore e più incisiva sugli uomini poiché sentono un senso più ampio di perdita insieme alla necessità di competere per sostituire ciò che hanno perso.

Sicuramente due risultati che vanno in contro tendenza con quanto ci si aspetterebbe dal comune sentire. Ci si aspetterebbe, infatti, che le donne, più romantiche e sensibili per eccellenza, siano “programmate” per soffrire di più dei colleghi maschi. Ma, forse, la loro sofferenza sta nel fatto che quella sofferenza la “riciclano” e catalizzano in forza.